Ultime Sport News

Dal 17 al 23 Agosto 2015 Torneo di Green Volley

4° Trofeo Antro Sport 2015

Dal 17 al 23 Agosto 2015 Torneo di Green Volley


Eventi sportivi ad Antrodoco dal 9 al 15 Febbraio 2015


Eventi sportivi ad Antrodoco dal 2 al 8 Febbraio


Eventi Sportivi dal 26 Gennaio al 1 Febbraio 2015


Eventi Sportivi dal 19 al 25 Gennaio


Antrodoco Eventi sportivi dal 12 al 18 Gennaio


Domenica 28 Dicembre presso il Palazzetto dello Sport

Memorial Sergio Roscetti

Domenica 28 Dicembre presso il Palazzetto dello Sport


Sabato 17 Maggio 2014 ore 10.00 presso Campo Polivalente di Antrodoco.

Rassegna Sportiva AS Velinia

Sabato 17 Maggio 2014 ore 10.00 presso Campo Polivalente di Antrodoco.


Sabato 17 Maggio 2014 ore 10.00 presso Campo Polivalente di Antrodoco.

Rassegna Sportiva AS Velinia

Sabato 17 Maggio 2014 ore 10.00 presso Campo Polivalente di Antrodoco.


Sabato 26 Aprile 2014 ore 10.00 presso Campo Polivalente di Antrodoco.

Rassegna Sportiva Primi Calci

Sabato 26 Aprile 2014 ore 10.00 presso Campo Polivalente di Antrodoco.


Social Cycling : Tirreno Adriatico a Selvarotonda

Su iniziativa nata spontaneamente e in collaborazione con il gruppo CAI mtb tutti coloro che fossero interessati ad andare a vedere l'arrivo della Tirreno Adriatico a SelvaRotonda di Cittareale sono pregati per maggiori informazioni di contattare Marino Donarelli 349-3202922 De Silvestri Enrico 328-4775417 Partenza dalla Stazione Centro di Antrodoco alle ore 11.00 in mtb.


Il 28 2 29 Dicembre presso il Palazzetto dello Sport Rassegna di Calcio Giovanile

Torneo Primi Calci Memorial Sergio Roscetti

Il 28 2 29 Dicembre presso il Palazzetto dello Sport Rassegna di Calcio Giovanile


Allenamento Piccoli Amici 30 Ottobre al Palazzetto

L'allenamento del 30 Ottobre 2013 dei Piccoli Amici si svolgerà al Palazzetto. Portare scarpe da ginnastica.


ASD Velinia - Rebibbia 1 - 1

Positiva la prova offerta dai ragazzi di mister Sinibaldi domenica al Vailati di Antrodoco. La squadra avversaria non era di certo delle più semplici: buon organico, ben disposti in mezzo al campo e capaci di creare gioco. Ma che il Velinia in casa sia un rullo compressore non lo scopriamo certo ieri, e così sin dall’inizio, la malcapitata squadra romana, pur provando a fare la partita, non trova varchi, ed in mezzo al primo tempo subisce la prima rete del Velinia, con un’azione di Sinibaldi che se ne va sulla fascia e mette in mezzo per il primo gol di Tozzi con questa maglia. Ho parlato di primo gol, perché in effetti, il Velinia, il secondo, l’ha realizzato poco dopo sugli sviluppi di una rimessa laterale, se non fosse stato per il suo annullamento a causa di una scriteriata decisione arbitrale. I romani ci credono, ma possono solo crederci, perché la difesa alza le barricate e di tiri in porta se ne vedono veramente pochi. Nel secondo tempo le squadre si allungano, il Velinia non fa più gioco, e gli ospiti ci credono sempre di più, ma di grossi tiri non se ne vedono neanche nella seconda frazione. Poi arriva un inaspettato protagonista, che per la verità aveva cercato di mettersi in evidenza per tutta la partita, ma che non c’era fino a quel momento riuscito: l’arbitro. Nel giro di un minuto, al 40°del secondo tempo, prima non fischia un calcio di rigore a nostro favore e sul capovolgimento fischia una punizione inesistente dal limite(era un contrasto assolutamente pulito), con la palla che prende palo e su mischia viene ribadita in rete per il definitivo pareggio. Sono 3 le chiavi di lettura della partita di ieri: 1) Arbitraggio assolutamente non all’altezza, ed è la prima volta che in tre anni in un commento faccio riferimento all’arbitraggio 2) Ospiti che hanno dimostrato di essere una buona squadra per questa categoria, ci hanno sempre creduto 3) Velinia che ha offerto una buona prova in termini di temperamento, concentrazione ed organizzazione ma decisamente carente nel piano del gioco. Domenica si rinnova la sfida col Salto Cicolano che dura ormai da tre anni: FORZA VELINIA, è ora di dimostrare la tua forza anche in trasferta!!


Passo Corese - Velinia 0-1

Ci ritroviamo di nuovo a commentare una sconfitta del Velinia, la seconda consecutiva fuori casa, questa volta col risultato di 1-0 in favore dei padroni di casa. Se è vero che è la matematica quella che conta, ed una sconfitta porta irrimediabilmente 0 punti in classifica, è altrettanto vero che, analizzando le ultime due partite, si denota un netto miglioramento della squadra, che non meritava assolutamente di perdere. La trama di gioco nel primo tempo è stata nelle mani del Passo Corese, ed il Velinia si è affidato alle ripartenze, ed a conti fatti, seppur ci siano state palle gol per entrambe le formazioni, ai punti meritava sicuramente la formazione ospite, incredibile l’errore di Graziani, che, a tu per tu col portiere, spara a lato. Nel calcio poi si sa, se non fai gol prima o poi lo prendi, e nel secondo tempo, cominciato sulla falsa riga del primo, l’arbitro concede un rigore(dubbio?) ai padroni di casa, che così siglano la rete del vantaggio e si barricano in difesa. Il Velinia si scuote e comincia ad attaccare a testa bassa, forse troppo bassa, perché gli attacchi sono spesso sconfusionati, si vede la volontà di riacciuffare il pareggio, ma forse manca un po’ di testa, e le occasioni vengono quasi sempre da calcio piazzato. Questa sconfitta non deve allarmare, la squadra c’è, è viva, è ora, già da Domenica prossima, di far riemergere quella grinta, quella cattiveria agonistica che deve contraddistinguere questa squadra. FORZA VELINIA!!!!


Grotti - Velinia 4-2

Brutto segnale d’arresto del Velinia contro il Grotti, non tanto per la sconfitta in sé, quanto per la pessima prestazione offerta dall’undici di mister Sinibaldi. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 3-1; al primo gol dei padroni di casa, il Velinia risponde trovando il pareggio con una punizione di Alonzi, ma è solo uno spiraglio di luce perché dopo poco il Grotti si porta sul 3-1 con doppietta di Ometto. Una difesa a tratti imbarazzante non riesce ad opporsi agi attacchi degli avversari, ed in generale tutta la squadra non gira nel primo tempo, poche idee e confuse. Nella seconda frazione della gara, il Velinia prova a reagire andando sul 3-2 con un rigore procurato e trasformato da Sinibaldi, e per una decina di minuti culla l’idea di raggiungere un disperato pareggio, sogno infranto dal quarto gol dei padroni di casa, che mettono definitivamente la parola fine al match. Il Velinia non può e non deve affrontare le partite esterne in questo modo, perché il Velinia non è quello visto Domenica. Questa settimana ci sarà da lavorare, da capire gli errori per migliorare già da Domenica prossima, quando l’appuntamento sarà di nuovo in trasferta col Passo Corese.


Mercoledi 11 Settembre ore 16.00 Piccoli Amici


Il giorno 9 Settembre ore 16.00 inizieranno le attività della Scuola Calcio presso il Campo Sportivo

AS Velinia Scuola Calcio 2013

Il giorno 9 Settembre ore 16.00 inizieranno le attività della Scuola Calcio presso il Campo Sportivo "Vailati Francesco".


Lunedi 26/08/2013 ore 19.30 al Palazzetto di Antrodoco sono convocati tutti gli atleti, simpatizzanti e dirigenti della Pallavolo ASD Antrodoco.

Pallavolo Antrodoco: Convocazione Atleti e simpatizzanti

Lunedi 26/08/2013 ore 19.30 al Palazzetto di Antrodoco sono convocati tutti gli atleti, simpatizzanti e dirigenti della Pallavolo ASD Antrodoco.


POGGIO FIDONI-VELINIA 1-1

Salve a Tutti, ci ritroviamo ancora una volta, come ormai accade da due anni a questa parte, ad esaltare, in queste poche righe, le meravigliose prestazioni dei Leoni dell’Alto Velino. E siccome la matematica non è un’opinione, possiamo dare con assoluta certezza la notizia del raggiungimento della SALVEZZA a due giornate dalla fine del campionato nel quale entravamo da matricole. Il tanto sperato obiettivo è stato raggiunto in una gara in trasferta, trasferta che quest’anno più che mai ha rappresentato l’anello debole della squadra (il Velinia non vinceva o pareggiava fuori casa ormai da almeno tre mesi), e Domenica il campo è stato quello di un Poggio Fidoni affamato dei tre punti per conservare almeno il terzo posto, e rimasto a pancia vuota. I ragazzi del Velinia, guidati dalla sapiente regia dello stratega Sinibaldi, consci dell’importanza della partita hanno stretto i denti, e con una concentrazione mostrata solo nelle migliori giornate hanno eretto per l’ennesima volta un muro invalicabile. E’ stato meraviglioso veder correre 11 ragazzi dal primo al novantesimo minuto, aiutandosi e sacrificandosi, contro avversari che si riversavano in massa in avanti, convinti delle loro potenzialità, ma che in più di un’occasione hanno invece patito le ripartenze dei nostri giocatori. Inspiegabile anche l’atteggiamento dell’arbitro che non espelle il portiere avversario per aver preso con un braccio fuori area una palla diretta inesorabilmente in porta, e per aver espulso un nostro difensore a 5 minuti dalla fine della gara e per tutta un’altra serie di scelte fortemente dubbiose. Ma il Velinia è stato superiore a tutto questo, e con grande umiltà è riuscito a centrare l’obiettivo stagionale, rimontando lo svantaggio iniziale con una bella azione finalizzata da bomber Graziani, traghettando poi la partita verso un giustissimo pareggio. Per il secondo anno il Velinia centra l’obiettivo prefissato ad inizio campionato, segno che chi pianifica lo fa in maniera realistica, che chi gestisce mostra la propria competenza, e che soprattutto il capitale umano, le risorse a disposizione danno il loro meglio. Anche quest’anno la salvezza non possiamo che dedicarla al nostro indimenticabile SERGIO, lo sappiamo che da lassù continui a tifarci e magari ci porti anche un po’ di fortuna e noi ti siamo grati per tutto questo. Domenica prossima arriva la capolista, potrebbe festeggiare la vittoria del campionato in casa nostra, ma Signori mi dispiace, alla “bombonera” c’è solo una squadra che può esultare e quella squadra non sono loro. Appuntamento Domenica 12 maggio ore 16:30. Non mancate e ancora tutti insieme gridiamo: FORZA VELINIA!!!


Una bellissima giornata di sole ha accompagnato ieri la splendida vittoria dei ragazzi di mister Sinibaldi. A far da cornice ad un assolato pomeriggio, un pubblico che riempiva le tribune, e che è rimasto pienamente soddisfatto della prova della squadra. A dire la verità le incognite che avrebbero potuto giocare brutti scherzi erano molte: la necessità di vincere per rimanere lontani dalla zona calda della classifica, una settimana vissuta in maniera tutt altro che serena, il primo vero caldo intenso a cui sono invece più abituate le squadre romane, ed una difesa nuova e completamente inventata dal mister. Difficilmente all’inizio si poteva pensare che tutte queste componenti sarebbero potute andare per il verso giusto: e invece il Velinia, facendo leva sulle sue armi migliori, è riuscito a nascondere i suoi punti deboli, e a portare a casa un risultato veramente importante. La squadra è subito passata in vantaggio dopo pochi minuti, con una bella punizione di Alonzi che ha imbeccato in mezzo all’area il libero Colangeli, che non ha dovuto far altro che appoggiare in rete la palla; lo stesso invece, poco dopo, con una splendida apertura a cambiar gioco, ha liberato in area Sinibaldi, che senza stoppare la palla, ha tirato una micidiale rasoiata per il 2-0; gli stessi attaccanti, a parti invertite, si sono scambiati i favori prima dello scadere del primo tempo per un 3-0 che è rimasto tale fino al 90°, quando gli ospiti hanno accorciato le distanze su rigore di De Sanctis, autore comunque di una pregevole prestazione. Nel secondo tempo infatti la partita è scorsa tranquillamente, sono state diverse le possibilità per arrotondare il risultato (una su tutte la traversa di Graziani), e dietro invece il muro ha retto non correndo pericoli troppo grandi. Diversi giocatori hanno brillato, ma i complimenti maggiori vanno al giovane Pitoni, che, chiamato in campo all’ultimo minuto, alla prima partita da titolare, ha fatto un’ottima prestazione, segno che il settore giovanile va ed è pronto ha sfornare nuovi giocatori, già scalpitanti. Ieri abbiamo rivisto il Velinia che ormai ci siamo abituati a vedere in casa, una squadra che nel proprio campo sottomette tutti gli avversari, che ci ha regalato forti emozioni come ormai accade da due anni. Il vero nodo su cui nei prossimi tempi ci sarà da lavorare sono invece le partite in trasferta: una squadra così bella, giovane, di grandi prospettive non può offrire prestazioni troppo scadenti lontano dalla Bombonera. Domenica ci sarà un’altra importante sfida a Monterotondo, potrebbe essere decisiva per la definitiva salvezza, abbiamo tutte le carte in regola per migliorare fuori casa, dimostriamolo!!

VELINIA-MENTANA 3-1

Una bellissima giornata di sole ha accompagnato ieri la splendida vittoria dei ragazzi di mister Sinibaldi. A far da cornice ad un assolato pomeriggio, un pubblico che riempiva le tribune, e che è rimasto pienamente soddisfatto della prova della squadra. A dire la verità le incognite che avrebbero potuto giocare brutti scherzi erano molte: la necessità di vincere per rimanere lontani dalla zona calda della classifica, una settimana vissuta in maniera tutt altro che serena, il primo vero caldo intenso a cui sono invece più abituate le squadre romane, ed una difesa nuova e completamente inventata dal mister. Difficilmente all’inizio si poteva pensare che tutte queste componenti sarebbero potute andare per il verso giusto: e invece il Velinia, facendo leva sulle sue armi migliori, è riuscito a nascondere i suoi punti deboli, e a portare a casa un risultato veramente importante. La squadra è subito passata in vantaggio dopo pochi minuti, con una bella punizione di Alonzi che ha imbeccato in mezzo all’area il libero Colangeli, che non ha dovuto far altro che appoggiare in rete la palla; lo stesso invece, poco dopo, con una splendida apertura a cambiar gioco, ha liberato in area Sinibaldi, che senza stoppare la palla, ha tirato una micidiale rasoiata per il 2-0; gli stessi attaccanti, a parti invertite, si sono scambiati i favori prima dello scadere del primo tempo per un 3-0 che è rimasto tale fino al 90°, quando gli ospiti hanno accorciato le distanze su rigore di De Sanctis, autore comunque di una pregevole prestazione. Nel secondo tempo infatti la partita è scorsa tranquillamente, sono state diverse le possibilità per arrotondare il risultato (una su tutte la traversa di Graziani), e dietro invece il muro ha retto non correndo pericoli troppo grandi. Diversi giocatori hanno brillato, ma i complimenti maggiori vanno al giovane Pitoni, che, chiamato in campo all’ultimo minuto, alla prima partita da titolare, ha fatto un’ottima prestazione, segno che il settore giovanile va ed è pronto ha sfornare nuovi giocatori, già scalpitanti. Ieri abbiamo rivisto il Velinia che ormai ci siamo abituati a vedere in casa, una squadra che nel proprio campo sottomette tutti gli avversari, che ci ha regalato forti emozioni come ormai accade da due anni. Il vero nodo su cui nei prossimi tempi ci sarà da lavorare sono invece le partite in trasferta: una squadra così bella, giovane, di grandi prospettive non può offrire prestazioni troppo scadenti lontano dalla Bombonera. Domenica ci sarà un’altra importante sfida a Monterotondo, potrebbe essere decisiva per la definitiva salvezza, abbiamo tutte le carte in regola per migliorare fuori casa, dimostriamolo!!


Che Velinia ragazzi!!! Sullo sfondo di un pomeriggio con odori e suoni tipici che introducono la Primavera, la squadra di mister Sinibaldi esce a testa alta da un match delicatissimo, portando a casa il risultato senza quasi mai rischiare, sottolineando una netta superiorità contro un diretto avversario in chiave salvezza.  La squadra romana arriva nella tana dei leoni convinta di fare una gita fuori porta in provincia, ironizzando sul campo e sulla squadra di casa; ma i nostri anziani come sempre hanno ragione: ride bene chi ride ultimo, e di risate oggi ce ne siamo fatte, ben 6 ce ne siamo fatte. Il Velinia veniva da un punto nelle ultime tre partite, e la classifica seppur ancora tranquilla doveva essere mossa. La squadra oggi era quasi al completo, unica assenza il sempreverde Ciotti, rimpiazzato però da un meraviglioso Hana. I ragazzi sono scesi in campo concentrati ed il povero Municipio si è dovuto sottomettere alla “legge della Bombonera”: 3 goals per tempo hanno evidenziato una superiorità netta, mai messa in discussione. Tripletta di Sinibaldi, doppietta di Colangeli e superbo goal del Bomber Rosati, che insieme al terzo goal di Sinibaldi si contendono la coppa per il goal più bello di giornata. Il Velinia oggi è apparso molto solido in difesa ed estremamente pungente in attacco, con fraseggi che in più di un’occasione hanno liberato i nostri attaccanti: occorre ricordare a tal proposito il bellissimo cambio di gioco senza neanche guardare il compagno di Graziani, sempre al servizio della squadra, che ha dato a Sinibaldi la palla del quarto goal. Ora ci troviamo a +9 sulla quota salvezza, per essere tranquilli servono almeno altri due risultati positivi, per ora godiamoci la vittoria, passiamo una buona Pasqua, e ci rivediamo a Fidene tra due Domeniche. Un ultimo augurio a Guerrieri di pronta guarigione dopo l’operazione al ginocchio. Tutti insieme come sempre e a voce ancora più alta gridiamo: FORZA GIULIO E FORZA VELINIA!!

VELINIA-MUNICIPIO ROMA CINQUE 6-1

Che Velinia ragazzi!!! Sullo sfondo di un pomeriggio con odori e suoni tipici che introducono la Primavera, la squadra di mister Sinibaldi esce a testa alta da un match delicatissimo, portando a casa il risultato senza quasi mai rischiare, sottolineando una netta superiorità contro un diretto avversario in chiave salvezza. La squadra romana arriva nella tana dei leoni convinta di fare una gita fuori porta in provincia, ironizzando sul campo e sulla squadra di casa; ma i nostri anziani come sempre hanno ragione: ride bene chi ride ultimo, e di risate oggi ce ne siamo fatte, ben 6 ce ne siamo fatte. Il Velinia veniva da un punto nelle ultime tre partite, e la classifica seppur ancora tranquilla doveva essere mossa. La squadra oggi era quasi al completo, unica assenza il sempreverde Ciotti, rimpiazzato però da un meraviglioso Hana. I ragazzi sono scesi in campo concentrati ed il povero Municipio si è dovuto sottomettere alla “legge della Bombonera”: 3 goals per tempo hanno evidenziato una superiorità netta, mai messa in discussione. Tripletta di Sinibaldi, doppietta di Colangeli e superbo goal del Bomber Rosati, che insieme al terzo goal di Sinibaldi si contendono la coppa per il goal più bello di giornata. Il Velinia oggi è apparso molto solido in difesa ed estremamente pungente in attacco, con fraseggi che in più di un’occasione hanno liberato i nostri attaccanti: occorre ricordare a tal proposito il bellissimo cambio di gioco senza neanche guardare il compagno di Graziani, sempre al servizio della squadra, che ha dato a Sinibaldi la palla del quarto goal. Ora ci troviamo a +9 sulla quota salvezza, per essere tranquilli servono almeno altri due risultati positivi, per ora godiamoci la vittoria, passiamo una buona Pasqua, e ci rivediamo a Fidene tra due Domeniche. Un ultimo augurio a Guerrieri di pronta guarigione dopo l’operazione al ginocchio. Tutti insieme come sempre e a voce ancora più alta gridiamo: FORZA GIULIO E FORZA VELINIA!!


GROTTI-VELINIA 1-1

Torniamo a parlare di sport e torniamo quindi a parlare di Velinia. Dopo due giornate di digiuno la squadra antrodocana torna a muovere la classifica, non fa un grande balzo, ma un piccolo passo che comunque la porta a vedere il traguardo sempre più vicino. Appunto, il traguardo è vicino ma non è ancora raggiunto, e questo deve essere un motivo per tenere alta la concentrazione, contro il rischio di sentirsi appagati e rilassati che ci farebbe smarrire la grinta e l’entusiasmo per affrontare al meglio questi restanti due mesi. Anche Domenica per lunghi tratti è stato il Velinia a condurre le danze, eppure come troppo spesso sta accadendo in quest’ultimo periodo, la squadra ospite si è trovata a rincorrere il risultato, che poi è stato acciuffato da un corner corretto in rete da Sinibaldi. Domenica si è avvertito troppo nervosismo, in campo e fuori, un nervosismo che non deve appartenere a questa squadra, che ha dimostrato di meritare la salvezza evidenziando tutte le sue doti in moltissime occasioni, sempre correndo a testa bassa senza pensare al contorno della partita ma solo al raggiungimento del risultato. Ogni volta che abbiamo giocato concentrati e con la giusta determinazione, non me ne vogliano gli avversari, ma non c’è stata squadra che c’abbia potuto contenere, continuiamo così; rispetto al girone d’andata a questo punto della stagione abbiamo 5 punti in più, ogni Domenica dobbiamo scendere in campo fieri di quello che abbiamo fatto, senza paura nel guardare negli occhi l’avversario, orgogliosi del nostro gruppo e dell’amicizia che ci lega. Il prossimo mese sarà sicuramente decisivo in chiave salvezza per questo ai ragazzi di mister Sinibaldi sarà chiesta massima concentrazione e determinazione, andiamo a prenderci quello che ci meritiamo, senza fare sconti a nessuno, guardiamoci in faccia e per l’ennesima volta gridiamo…FORZA VELINIAAA!!


Amarezza, amarezza, amarezza!! La dura legge del goal, come cantava Pezzali con gli 883 si è verificata. I ragazzi di mister Sinibaldi oggi hanno effettivamente fatto la partita, dal primo al novantesimo minuto, creando diverse occasioni da rete, anche se la parola concretezza è sembrata essere stata dimenticata, e così gli avversari, che si sono affacciati alla porta difesa da Guerrieri solo con qualche punizione e qualche calcio d’angolo, al secondo e ultimo minuto di recupero, su azione di contropiede, dopo un fallo laterale battuto vicino la bandierina, e causa la complicità della difesa del Velinia, sull’unico tiro in porta su azione di tutto il secondo tempo hanno trovato la rete del vantaggio, anche loro increduli per quanto stava accadendo. Il Velinia oggi ha sprecato la possibilità di dare un significato diverso al suo campionato, ha vinto ai punti, ma si sa, che chi vince veramente è quello che porta a casa il risultato, ed il Passo Corese nella sua estrema cinicità ha portato a casa 3 punti. Vincere oggi significava dimostrare che il Velinia è anche squadra da trasferta, e comunque al di là del risultato, la prestazione c’è stata, il Velinia è vivo ed in salute, e quello di oggi preferisco considerarlo un incidente dello straordinario percorso che abbiamo fatto negli ultimi mesi. Domenica arriva Contigliano, prima in classifica, servirà un’impresa, servirà il calore del pubblico, speriamo sarà una giornata meravigliosa e posso scommetterci che in campo faremo il possibile perché lo sia. Ricordando un precedente: campionato 2003-2004, Velinia-Contigliano, il Velinia era appena salito dalla seconda e doveva salvarsi, il Contigliano quell’anno avrebbe vinto il campionato e sarebbe salito in promozione, ma subì ugualmente la legge della “bombonera”, 1-0 !!!! Quell’anno il Velinia si salvò e dall’anno successivo poi cominciò ad impadronirsi della prima categoria fino  a raggiungere la promozione. Forza ragazzi, settimana di lavoro intenso e poi andiamo a prenderci quello che ci hanno rubato all’andata, FORZA VELINIA!!!

PASSO CORESE 1936-VELINIA 1-0

Amarezza, amarezza, amarezza!! La dura legge del goal, come cantava Pezzali con gli 883 si è verificata. I ragazzi di mister Sinibaldi oggi hanno effettivamente fatto la partita, dal primo al novantesimo minuto, creando diverse occasioni da rete, anche se la parola concretezza è sembrata essere stata dimenticata, e così gli avversari, che si sono affacciati alla porta difesa da Guerrieri solo con qualche punizione e qualche calcio d’angolo, al secondo e ultimo minuto di recupero, su azione di contropiede, dopo un fallo laterale battuto vicino la bandierina, e causa la complicità della difesa del Velinia, sull’unico tiro in porta su azione di tutto il secondo tempo hanno trovato la rete del vantaggio, anche loro increduli per quanto stava accadendo. Il Velinia oggi ha sprecato la possibilità di dare un significato diverso al suo campionato, ha vinto ai punti, ma si sa, che chi vince veramente è quello che porta a casa il risultato, ed il Passo Corese nella sua estrema cinicità ha portato a casa 3 punti. Vincere oggi significava dimostrare che il Velinia è anche squadra da trasferta, e comunque al di là del risultato, la prestazione c’è stata, il Velinia è vivo ed in salute, e quello di oggi preferisco considerarlo un incidente dello straordinario percorso che abbiamo fatto negli ultimi mesi. Domenica arriva Contigliano, prima in classifica, servirà un’impresa, servirà il calore del pubblico, speriamo sarà una giornata meravigliosa e posso scommetterci che in campo faremo il possibile perché lo sia. Ricordando un precedente: campionato 2003-2004, Velinia-Contigliano, il Velinia era appena salito dalla seconda e doveva salvarsi, il Contigliano quell’anno avrebbe vinto il campionato e sarebbe salito in promozione, ma subì ugualmente la legge della “bombonera”, 1-0 !!!! Quell’anno il Velinia si salvò e dall’anno successivo poi cominciò ad impadronirsi della prima categoria fino a raggiungere la promozione. Forza ragazzi, settimana di lavoro intenso e poi andiamo a prenderci quello che ci hanno rubato all’andata, FORZA VELINIA!!!


velinia-atletico monterotondo 5-0

Giustizia è fatta! Se la vendetta (sportivamente parlando) è un piatto da servire freddo, il Velinia, dopo circa quattro mesi, si rifa della sonora sconfitta dell’andata (ric. 4-1) e con gli interessi rimanda a casa un Monterotondo venuto a giocare con troppa superficialità in un campo notoriamente ostico a tutti gli avversari. Il Velinia ricomincia dopo la pausa invernale con una splendida vittoria, figlia di allenamenti intensi, di grande concentrazione e di un altrettanto grande voglia di vincere in casa, che sembra diventata un fortino inespugnabile, un Velinia schiacciasassi non conosce più la parola sconfitta alla Bombonera. Ieri il match si è messo subito bene: infatti dopo i primi 5 minuti in cui gli avversari hanno provato a fare la partita, il Velinia è venuto immediatamente fuori, con due goals di pregevole fattura, il primo firmato da Graziani con un gran bel colpo di bacino su assist di Sinibaldi, ed il secondo è stata una pennellata di Papola finita a togliere le ragnatele dall’angolino alla sinistra del portiere. Nel secondo tempo poi, la squadra di mister Sinibaldi dilaga, prima con un meraviglioso colpo di testa di Sinibaldi su calcio d’angolo battuto da Faina, qualche minuto più tardi uno stupendo tiro al volo ad incrociare di Colangeli regala la gioia del goal anche al piccolo attaccante antrodocano e per finire, l’azione personale ancora una volta di Sinibaldi termina con una bomba di destro che il portiere prende, ma solo per estrarla dalla rete dopo il quinto goal. In ultimo è giusto fare un ringraziamento: a tutte quelle persone che dopo le prime sette giornate già ci davano per spacciati, che non scommettevano neanche un centesimo su di noi, che alla parola Velinia ghignavano! Chissa quante belle risate o “rosicate” si sono fatte quando hanno visto questa squadra risalire la classifica giornata dopo giornata, lavorando a testa bassa, concentrati dall’allenamento alla partita, correndo anche quando il tempo non lo permetteva, essersi guadagnati il rispetto degli avversari ed essere arrivati ad oggi, ancora non salvi, ma orgogliosi di quanto realizzato! C’è ancora da correre ma la luce in fondo al tunnel è sempre più vicina….uniti potremo toglierci ancora tante soddisfazioni……e insieme torniamo ancora ad urlare FORZA VELINIA!!!


Condizioni estreme per la partita di Domenica tra Velinia e Podium, caratterizzata da un vento fortissimo. L’arbitro ha chiesto se c’era la volontà di giocare alle due squadre, entrambe hanno dato il consenso; in realtà dal momento del fischio del calcio d’inizio in campo si è vista una sola squadra che realmente voleva vincere, il Podium. Il Velinia non è apparso tonico, aggressivo, volitivo, e, seppur il primo tempo la squadra di mister Sinibaldi ha attaccato per lunghi tratti grazie al vento a favore, non solo non è riuscita a concretizzare nessuna palla goal, ma addirittura si è ritrovata in svantaggio proprio allo scadere su azione di contropiede ben orchestrata dagli avversari. Purtroppo il secondo tempo, con il vento a sfavore è stato quasi impossibile anche solo giungere alla porta avversaria, e i ragazzi sono sempre apparsi più demotivati e la partita si è praticamente conclusa con l’arrivo del secondo goal dei padroni di casa. Al di là del risultato, che solo sulla carta poteva esserci, perchè i valori in campo dicono tutt’altra cosa, il Velinia degli ultimi mesi in trasferta deve assolutamente cambiare marcia, il Podium è primo in classifica, ed io sono pronto a scommettere che non abbiamo nulla in meno rispetto a questa squadra, manca solo un po più di convinzione, la grinta e la cattiveria giusta, soprattutto nell’affrontare queste trasferte, in cui bisogna metterci qualcosa in più che ognuno deve trovare dentro di sé!  Ancora una volta però, e a voce sempre più alta gridamo insieme: FORZA VELINIA!!!!

PODIUM-VELINIA 2-0

Condizioni estreme per la partita di Domenica tra Velinia e Podium, caratterizzata da un vento fortissimo. L’arbitro ha chiesto se c’era la volontà di giocare alle due squadre, entrambe hanno dato il consenso; in realtà dal momento del fischio del calcio d’inizio in campo si è vista una sola squadra che realmente voleva vincere, il Podium. Il Velinia non è apparso tonico, aggressivo, volitivo, e, seppur il primo tempo la squadra di mister Sinibaldi ha attaccato per lunghi tratti grazie al vento a favore, non solo non è riuscita a concretizzare nessuna palla goal, ma addirittura si è ritrovata in svantaggio proprio allo scadere su azione di contropiede ben orchestrata dagli avversari. Purtroppo il secondo tempo, con il vento a sfavore è stato quasi impossibile anche solo giungere alla porta avversaria, e i ragazzi sono sempre apparsi più demotivati e la partita si è praticamente conclusa con l’arrivo del secondo goal dei padroni di casa. Al di là del risultato, che solo sulla carta poteva esserci, perchè i valori in campo dicono tutt’altra cosa, il Velinia degli ultimi mesi in trasferta deve assolutamente cambiare marcia, il Podium è primo in classifica, ed io sono pronto a scommettere che non abbiamo nulla in meno rispetto a questa squadra, manca solo un po più di convinzione, la grinta e la cattiveria giusta, soprattutto nell’affrontare queste trasferte, in cui bisogna metterci qualcosa in più che ognuno deve trovare dentro di sé! Ancora una volta però, e a voce sempre più alta gridamo insieme: FORZA VELINIA!!!!


La legge della bombonera. E’ una legge non scritta, ma rispettata da tutti, e Cantalice non può sottrarsi al triste destino di uscire sconfitta dopo una partita nettamente dominata dai ragazzi di mister Sinibaldi. Il Velinia lascia il campo con un grande applauso dei propri tifosi a sottolineare una prestazione sopra le righe della squadra. In campo ha vinto la squadra più forte, che più ha cercato la vittoria, il Velinia ha dominato la partita in lungo e in largo, e il Cantalice di oggi, seppur imbottito di titolari, si è arreso all’armata di mister Sinibaldi. Il commento più giusto sarebbe: partita a senso unico; il Velinia sceso in campo è apparsa una squadra concentrata, volitiva e grintosa, e quando a queste caratteristiche si aggiunge anche il bel gioco per gli avversari non c’è scampo. Nelle ultime dieci giornate la squadra antrodocana ha una media punti superiore alla prima in classifica, il messaggio che anche oggi è stato lanciato al campionato è forte: tremate se dovete venire alla bombonera, i leoni del velinia copriranno ogni centimetro, i leoni del Velinia correranno fino al novantesimo, i leoni del Velinia venderanno cara la pelle. Oggi i goals sono stati realizzati da tutti gli attaccanti a disposizione: Colangeli, Graziani, Sinibaldi e Rosati, perché che ne dica l’arbitro per noi il bomber ha realizzato il terzo centro stagionale. Ragazzi continuiamo così, domenica c’è una trasferta difficile, ma per questa squadra nulla è impossibile: FORZA RAGAZZI, FORZA VELINIA!!

VELINIA CANTALICE 3-1

La legge della bombonera. E’ una legge non scritta, ma rispettata da tutti, e Cantalice non può sottrarsi al triste destino di uscire sconfitta dopo una partita nettamente dominata dai ragazzi di mister Sinibaldi. Il Velinia lascia il campo con un grande applauso dei propri tifosi a sottolineare una prestazione sopra le righe della squadra. In campo ha vinto la squadra più forte, che più ha cercato la vittoria, il Velinia ha dominato la partita in lungo e in largo, e il Cantalice di oggi, seppur imbottito di titolari, si è arreso all’armata di mister Sinibaldi. Il commento più giusto sarebbe: partita a senso unico; il Velinia sceso in campo è apparsa una squadra concentrata, volitiva e grintosa, e quando a queste caratteristiche si aggiunge anche il bel gioco per gli avversari non c’è scampo. Nelle ultime dieci giornate la squadra antrodocana ha una media punti superiore alla prima in classifica, il messaggio che anche oggi è stato lanciato al campionato è forte: tremate se dovete venire alla bombonera, i leoni del velinia copriranno ogni centimetro, i leoni del Velinia correranno fino al novantesimo, i leoni del Velinia venderanno cara la pelle. Oggi i goals sono stati realizzati da tutti gli attaccanti a disposizione: Colangeli, Graziani, Sinibaldi e Rosati, perché che ne dica l’arbitro per noi il bomber ha realizzato il terzo centro stagionale. Ragazzi continuiamo così, domenica c’è una trasferta difficile, ma per questa squadra nulla è impossibile: FORZA RAGAZZI, FORZA VELINIA!!


Ennesima gran brutta prestazione del Velinia in trasferta a Roma, si vede che l’aria della capitale non porta bene ad una squadra che nelle ultime due trasferte romane ha incassato ben 11 gol. Ovviamente prestazione molto deludente, dopo una partita cosi non c’è nulla da salvare;  l’unica cosa positiva è la possibilità immediata di rifarsi nel recupero della gara non giocata con il Cantalice, recupero che si svolgerà tra 3 giorni, certo che per fare risultato servirà il miglior Velinia. C’è una salvezza da conquistare, e la strada è tutt’altro che semplice, importante è rimanere sereni e giocare sempre con la giusta concentrazione. FORZA VELINIA!!!

SAXA FLAMINIA-VELINIA 5-1

Ennesima gran brutta prestazione del Velinia in trasferta a Roma, si vede che l’aria della capitale non porta bene ad una squadra che nelle ultime due trasferte romane ha incassato ben 11 gol. Ovviamente prestazione molto deludente, dopo una partita cosi non c’è nulla da salvare; l’unica cosa positiva è la possibilità immediata di rifarsi nel recupero della gara non giocata con il Cantalice, recupero che si svolgerà tra 3 giorni, certo che per fare risultato servirà il miglior Velinia. C’è una salvezza da conquistare, e la strada è tutt’altro che semplice, importante è rimanere sereni e giocare sempre con la giusta concentrazione. FORZA VELINIA!!!


Splendida vittoria in casa per un Velinia mai domo che si riscatta dopo la deludente prestazione di domenica scorsa, entusiasmando ed entusiasmandosi per un risultato giusto e meritato (doppietta per Corradetti e Sinibaldi, e tripletta per Colangeli). La partita era molto delicata per due motivi:il primo era che perdere oggi avrebbe significato essere risucchiati nella zona retrocessione, dopo i tanti sforzi fatti per uscirne; ed il secondo era legato alla storia, che negli ultimi due anni ha visto le due squadre lottare per tutte le partite su ogni palla e su ogni centimetro di campo, con molti colpi proibiti. Ma il Velinia di oggi non ha ancora dimenticato il trattamento ricevuto lo scorso Natale, e negli occhi dei giocatori si poteva vedere ardere il fuoco, oggi determinazione e concretezza, puro agonismo e voglia di lottare hanno distrutto le flebili difese degli avversari, e forse qualcuno di loro ha rimpianto il comportamento tenuto lo scorso anno, oggi i leoni del Velinia hanno giocato una partita a dir poco meravigliosa. Il Velinia è un mix di esperienza, gioventù, una guida sicura, e ormai da due mesi(escluendo la parentesi di domenica scorsa) sforna prestazioni degne di nota. Oggi ancora più delle altre volte è stata una vittoria del gruppo, una compattezza di squadra che raramente si può trovare in queste categorie, siamo tutti amici e forse questa è la vera arma per fare bene. Siamo consapevoli che il cammino è ancora lungo, ma queste prestazioni ci fanno sicuramente ben sperare. Forza ragazzi…FORZA VELINIA!!

VELINIA-SALTO CICOLANO 7-1

Splendida vittoria in casa per un Velinia mai domo che si riscatta dopo la deludente prestazione di domenica scorsa, entusiasmando ed entusiasmandosi per un risultato giusto e meritato (doppietta per Corradetti e Sinibaldi, e tripletta per Colangeli). La partita era molto delicata per due motivi:il primo era che perdere oggi avrebbe significato essere risucchiati nella zona retrocessione, dopo i tanti sforzi fatti per uscirne; ed il secondo era legato alla storia, che negli ultimi due anni ha visto le due squadre lottare per tutte le partite su ogni palla e su ogni centimetro di campo, con molti colpi proibiti. Ma il Velinia di oggi non ha ancora dimenticato il trattamento ricevuto lo scorso Natale, e negli occhi dei giocatori si poteva vedere ardere il fuoco, oggi determinazione e concretezza, puro agonismo e voglia di lottare hanno distrutto le flebili difese degli avversari, e forse qualcuno di loro ha rimpianto il comportamento tenuto lo scorso anno, oggi i leoni del Velinia hanno giocato una partita a dir poco meravigliosa. Il Velinia è un mix di esperienza, gioventù, una guida sicura, e ormai da due mesi(escluendo la parentesi di domenica scorsa) sforna prestazioni degne di nota. Oggi ancora più delle altre volte è stata una vittoria del gruppo, una compattezza di squadra che raramente si può trovare in queste categorie, siamo tutti amici e forse questa è la vera arma per fare bene. Siamo consapevoli che il cammino è ancora lungo, ma queste prestazioni ci fanno sicuramente ben sperare. Forza ragazzi…FORZA VELINIA!!


Oggi non c’è nulla da dire.

ACES CASAL BARRIERA-VELINIA 6-0

Oggi non c’è nulla da dire.


Oggi, nell’ultima partita prima della pausa natalizia, il Velinia ha perso per 1 a 0, interrompendo la striscia di 6 risultati utili di fila,ma al di là del valore puramente numerico, chi è uscito veramente vincitore dal campo è stata la formazione di casa, che ha sfidato, ed ha vinto la sfida contro attualmente la compagine più in forma e più forte del campionato. Il rischio grande che oggi potevamo correre era quello di fare una brutta prestazione, e gettare quanto di buono fatto fino ad ora, e passare quindi i 15 giorni di stop pieni di incertezze e rimorsi. Ma questa squadra, come ormai più volte ripetuto, è una squadra che è sulla via della maturazione, che quando scende in campo concentrata, difficilmente delude, ed anche oggi è arrivata un’altra grande pretazione a cui è mancato solo il goal, peraltro più volte sfiorato. Il Poggio Fidoni dalla sua, ha fatto tre tiri in porta e con uno di questi ha trovato il vantaggio al 20° del primo tempo, e l’ha conservato fino alla fine anche con un po’ di fortuna! Ora per il Velinia è arrivato il meritato riposo, due settimane nelle quali ricaricare le energie, per tornare ancora con più voglia di vincere e di stupire; solo un mese e mezzo fa eravamo ultimi in campionato con le nostre avversarie che non avevano nessuna paura ad affrontarci, ora siamo quasia metà classifica e dopo quest’ulteriore prestazione ci stiamo guadagnando il rispetto che meritiamo. A gennaio speriamo di recuperare anche qualche infortunato, e con questo auguro un buon natale a tutti i tifosi che gridano e cantano ogni domenica: FORZA VELINIAAAA!

VELINIA-POGGIO FIDONI 0-1

Oggi, nell’ultima partita prima della pausa natalizia, il Velinia ha perso per 1 a 0, interrompendo la striscia di 6 risultati utili di fila,ma al di là del valore puramente numerico, chi è uscito veramente vincitore dal campo è stata la formazione di casa, che ha sfidato, ed ha vinto la sfida contro attualmente la compagine più in forma e più forte del campionato. Il rischio grande che oggi potevamo correre era quello di fare una brutta prestazione, e gettare quanto di buono fatto fino ad ora, e passare quindi i 15 giorni di stop pieni di incertezze e rimorsi. Ma questa squadra, come ormai più volte ripetuto, è una squadra che è sulla via della maturazione, che quando scende in campo concentrata, difficilmente delude, ed anche oggi è arrivata un’altra grande pretazione a cui è mancato solo il goal, peraltro più volte sfiorato. Il Poggio Fidoni dalla sua, ha fatto tre tiri in porta e con uno di questi ha trovato il vantaggio al 20° del primo tempo, e l’ha conservato fino alla fine anche con un po’ di fortuna! Ora per il Velinia è arrivato il meritato riposo, due settimane nelle quali ricaricare le energie, per tornare ancora con più voglia di vincere e di stupire; solo un mese e mezzo fa eravamo ultimi in campionato con le nostre avversarie che non avevano nessuna paura ad affrontarci, ora siamo quasia metà classifica e dopo quest’ulteriore prestazione ci stiamo guadagnando il rispetto che meritiamo. A gennaio speriamo di recuperare anche qualche infortunato, e con questo auguro un buon natale a tutti i tifosi che gridano e cantano ogni domenica: FORZA VELINIAAAA!


Questa vittoria è dedicata ad una persona speciale, che da due anni ci ha lasciato, ed il suo ricordo è stato ed è ancora vivo e forte nei nostri cuori: ciao Sergio!! Oggi sapevamo di correre anche per te, e che tu da lassu ci guardavi, e urlavi, e gioivi e ci sgridavi ed alla fine, ancora una volta, c’hai dato una bella mano. Una vittoria molto importante quella di stamattina, che ci rimette ufficialmente in mezzo al gruppo. Dopo un super avvio con un goal dopo pochi minuti di Sinibaldi, è la squadra di casa a prendere in mano le redini del gioco ed a schiacciarci nella nostra metà campo fino a giungere al pareggio su calcio di rigore, chiudendo la prima frazione sul punteggio di 1-1. Nel secondo tempo il Passo Corese tenta continuamente di fare suo il risultato, mentre il Velinia prova a pungere con veloci ripartenze e va per due volte vicino al goal. La svolta al secondo minuto di recupero quando Rosati, subentrato da pochi minuti, con una bellissima girata di testa, su fallo laterale di Ciotti, infila un colpevole portiere, e per il Velinia giunge il sesto risultato utile di fila (4 vittorie e 2 pareggi). Questa squadra sta mostrando sempre di più le doti che l’hanno contraddistinta per tutto l’anno scorso: non si sfalda mai, ci crede sempre, e mostra un ottima solidità difensiva. Ora è importante dimostrare nei prossimi due incontri questa maturità ritrovata……FORZA VELINIA!!

PASSO CORESE 1999-VELINIA 1-2

Questa vittoria è dedicata ad una persona speciale, che da due anni ci ha lasciato, ed il suo ricordo è stato ed è ancora vivo e forte nei nostri cuori: ciao Sergio!! Oggi sapevamo di correre anche per te, e che tu da lassu ci guardavi, e urlavi, e gioivi e ci sgridavi ed alla fine, ancora una volta, c’hai dato una bella mano. Una vittoria molto importante quella di stamattina, che ci rimette ufficialmente in mezzo al gruppo. Dopo un super avvio con un goal dopo pochi minuti di Sinibaldi, è la squadra di casa a prendere in mano le redini del gioco ed a schiacciarci nella nostra metà campo fino a giungere al pareggio su calcio di rigore, chiudendo la prima frazione sul punteggio di 1-1. Nel secondo tempo il Passo Corese tenta continuamente di fare suo il risultato, mentre il Velinia prova a pungere con veloci ripartenze e va per due volte vicino al goal. La svolta al secondo minuto di recupero quando Rosati, subentrato da pochi minuti, con una bellissima girata di testa, su fallo laterale di Ciotti, infila un colpevole portiere, e per il Velinia giunge il sesto risultato utile di fila (4 vittorie e 2 pareggi). Questa squadra sta mostrando sempre di più le doti che l’hanno contraddistinta per tutto l’anno scorso: non si sfalda mai, ci crede sempre, e mostra un ottima solidità difensiva. Ora è importante dimostrare nei prossimi due incontri questa maturità ritrovata……FORZA VELINIA!!


Oggi più che alla Bombonera sembrava di essere al Camp Nou, i tifosi hanno potuto ammirare un calcio spumeggiante, ricco di emozioni e colpi di scena: oggi si è veramente rivisto un Velinia d’altri tempi. Queste sono le partite che riconciliano con il mondo del calcio, troppo bistrattato e chiacchierato, e alla luce della partita odierna anche i meno amanti di questo sport non hanno potuto far altro che applaudire una prestazione ricca di sacrificio, corsa, giocate e concretezza. Ed alla fine l’applauso che la tribuna ha fatto a tutta la squadra è nato da dentro, dall’orgoglio per aver dimostrato in campo una superiorità netta rispetto ad un Eretum, che pur in 11 contro 10 non ha dimostrato di essere all’altezza della situazione e a portare a casa il risultato. Ma procediamo con ordine: il Velinia parte subito forte, e si rende pericoloso in diverse occasioni senza tuttavia trovare la via del gol e così come classicamente accade è la squadra che gioca peggio che al primo tiro trova il goal. Ma il Velinia non ci sta, mette il piede sull’acceleratore e schiaccia l’avversario nella propria metà campo e, con Papola prima, e con Colangeli poi, trova il meritato vantaggio. L’Eretum cerca di darsi una scossa, ma il Velinia non concede assolutamente nulla se non un paio di punizioni alla tre quarti, e da uno di questi calci piazzati la squadra ospite trova il pareggio. Il primo tempo finisce sul punteggio di 2-2. Ma il bello deve ancora arrivare…. Comincia il secondo tempo: la squadra di mister Sinibaldi sa che puo e deve far sua la partita, attacca non concedendo occasioni all’avversario, ma il goal non arriva e su una ripartenza avversaria l’arbitro inventa un rigore, realizzato, per il vantaggio ospite e la seguente espulsione di De Santis. Il Velinia si ritrova in 10 contro 11 dopo dieci minuti del secondo tempo. Questo episodio, invece di tagliare le gambe ai giocatori scatena una reazione di orgoglio e  carattere che mette veramente paura ai giocatori dell’Eretum. Invece di controllare la partita, gli avversari diventano preda delle scorribande dei Leoni del Velinia, e dopo aver avuto diverse occasioni,tutte sprecate per pareggiare, il tanto agoniato goal arriva da una mischia in mezza all’area, Corradetti di tacco imbecca Colangeli che trafigge il portiere. Ma il Velinia ancora non è sazio, gli avversari perdono la testa (viene espulso il loro capitano) e così al 44° arriva il goal del vantaggio con una stupenda girata di Rosati, al primo goal stagionale, per una vittoria che veramente vale doppio. Oggi al di là del risultato non si puo essere che orgogliosi dei ragazzi che in campo hanno  veramente dato tutto e un po’ di più di quello che avevano. Per la prima volta dall’inizio della stagione siamo usciti dalla zona retrocessione, però c’è ancora molto da fare, non possiamo permetterci distrazioni, oggi abbiamo mandato un messaggio molto importante al campionato: il Velinia c’è e tutti dovete aver paura!!!!Forza Velinia!!In ultimo un grande in bocca al lupo al nostro amico Kao, speriamo non sia nulla di grave!!

VELINIA-ERETUM 4-3

Oggi più che alla Bombonera sembrava di essere al Camp Nou, i tifosi hanno potuto ammirare un calcio spumeggiante, ricco di emozioni e colpi di scena: oggi si è veramente rivisto un Velinia d’altri tempi. Queste sono le partite che riconciliano con il mondo del calcio, troppo bistrattato e chiacchierato, e alla luce della partita odierna anche i meno amanti di questo sport non hanno potuto far altro che applaudire una prestazione ricca di sacrificio, corsa, giocate e concretezza. Ed alla fine l’applauso che la tribuna ha fatto a tutta la squadra è nato da dentro, dall’orgoglio per aver dimostrato in campo una superiorità netta rispetto ad un Eretum, che pur in 11 contro 10 non ha dimostrato di essere all’altezza della situazione e a portare a casa il risultato. Ma procediamo con ordine: il Velinia parte subito forte, e si rende pericoloso in diverse occasioni senza tuttavia trovare la via del gol e così come classicamente accade è la squadra che gioca peggio che al primo tiro trova il goal. Ma il Velinia non ci sta, mette il piede sull’acceleratore e schiaccia l’avversario nella propria metà campo e, con Papola prima, e con Colangeli poi, trova il meritato vantaggio. L’Eretum cerca di darsi una scossa, ma il Velinia non concede assolutamente nulla se non un paio di punizioni alla tre quarti, e da uno di questi calci piazzati la squadra ospite trova il pareggio. Il primo tempo finisce sul punteggio di 2-2. Ma il bello deve ancora arrivare…. Comincia il secondo tempo: la squadra di mister Sinibaldi sa che puo e deve far sua la partita, attacca non concedendo occasioni all’avversario, ma il goal non arriva e su una ripartenza avversaria l’arbitro inventa un rigore, realizzato, per il vantaggio ospite e la seguente espulsione di De Santis. Il Velinia si ritrova in 10 contro 11 dopo dieci minuti del secondo tempo. Questo episodio, invece di tagliare le gambe ai giocatori scatena una reazione di orgoglio e carattere che mette veramente paura ai giocatori dell’Eretum. Invece di controllare la partita, gli avversari diventano preda delle scorribande dei Leoni del Velinia, e dopo aver avuto diverse occasioni,tutte sprecate per pareggiare, il tanto agoniato goal arriva da una mischia in mezza all’area, Corradetti di tacco imbecca Colangeli che trafigge il portiere. Ma il Velinia ancora non è sazio, gli avversari perdono la testa (viene espulso il loro capitano) e così al 44° arriva il goal del vantaggio con una stupenda girata di Rosati, al primo goal stagionale, per una vittoria che veramente vale doppio. Oggi al di là del risultato non si puo essere che orgogliosi dei ragazzi che in campo hanno veramente dato tutto e un po’ di più di quello che avevano. Per la prima volta dall’inizio della stagione siamo usciti dalla zona retrocessione, però c’è ancora molto da fare, non possiamo permetterci distrazioni, oggi abbiamo mandato un messaggio molto importante al campionato: il Velinia c’è e tutti dovete aver paura!!!!Forza Velinia!!In ultimo un grande in bocca al lupo al nostro amico Kao, speriamo non sia nulla di grave!!


MENTANA-VELINIA 1-1

Quarto risultato di fila per la squadra di mister Sinibaldi che non tradisce l’importante appuntamento di stamattina contro una diretta rivale per la salvezza. Oggi l’importante era non perdere, dopo due vittorie consecutive, e l’obiettivo è stato centrato. Primo tempo molto equilibrato, con i ragazzi di Mentana che hanno brillato per possesso palla, mentre i leoni del Velinia sono stati piu pungenti sotto rete, ai punti avrebbe vinto il velinia. Nel secondo tempo, dopo una grandissima occasione sprecata da sinibaldi con un tocco su punizione di Alonzi finito appena sopra la traversa, sono i giocatori di casa a passare in vantaggio con un bel diagonale dal limite. E’ a questo punto che il Velinia comincia veramente a spingere, sfiora il pareggio con un colpo di testa di Rosati, e lo raggiunge con Sinibaldi, bravo a sfruttare un problematico disimpegno della squadra di casa, e sul filo del fuorigioco trafigge il portiere avversario. Negli ultimi 10 minuti il Velinia ha provato a portare a casa il risultato, ma effettivamente un pareggio sembra essere il rsultato più giusto. Nelle ultime 4 gare il Velinia ha collezionato ben 8 punti, i ragazzi sembrano aver ritrovato quell’ispirazione e quella concentrazione che li ha caratterizzati per tutta la scorsa stagione, ora l’importante è mantenerla ed affrontare le prossime gare con la grinta e la determinazione mostrata nell’ultimo mese. FORZA VELINIA!!


Grande pomeriggio di calcio alla “bombonera” di Antrodoco. Una bellissima giornata di sole, che si spalmava su tutta la vallata, ha fatto da cornice ad una partita tra le ultime 2 compagini del campionato, ed ha visto vincere la squadra di casa. Ad onor del vero il Velinia non ha giocato una gran bella partita, ha ottenuto il massimo non esprimendo però le sue reali potenzialità, dal punto di vista del gioco c’è stato un passo indietro. Ma a me piace vedere il bicchiere mezzo pieno. Fino al gol, su calcio di rigore a metà del primo tempo c’è stata in campo una sola squadra: il Velinia. Dopo il goal, il baricentro della squadra si è abbassato, gli avversari hanno cominciato a crederci e a prendere fiducia ed il secondo tempo è stata una vera sofferenza. Ma questa squadra è grande perché è proprio quando si tratta di soffrire che escono fuori le migliori qualità dei giocatori; gli avversari hanno provato in tutti i modi  a segnare, attraverso attacchi ordinati, in maniera scomposta,con palle buttate in mezzo, ma ogni volta la squadra di mister Sinibaldi è riuscita a sbrogliare la situazione e a portare a casa il risultato. Obiettivamente c’è da migliorare, però è anche importante riuscire a vincere quando si beccano giornate un po’ così, è segno che la squadra è matura, cinica, che sa mantenere la concentrazione fino alla fine. E poi finalmente dopo 8 partite la porta è rimasta inviolata; ora bisogna continuare a crederci per riagguantare il gruppone delle dirette rivali. Forza Velinia, segui la tua strada!!

VELINIA-ATLETICO FIDENE 1-0

Grande pomeriggio di calcio alla “bombonera” di Antrodoco. Una bellissima giornata di sole, che si spalmava su tutta la vallata, ha fatto da cornice ad una partita tra le ultime 2 compagini del campionato, ed ha visto vincere la squadra di casa. Ad onor del vero il Velinia non ha giocato una gran bella partita, ha ottenuto il massimo non esprimendo però le sue reali potenzialità, dal punto di vista del gioco c’è stato un passo indietro. Ma a me piace vedere il bicchiere mezzo pieno. Fino al gol, su calcio di rigore a metà del primo tempo c’è stata in campo una sola squadra: il Velinia. Dopo il goal, il baricentro della squadra si è abbassato, gli avversari hanno cominciato a crederci e a prendere fiducia ed il secondo tempo è stata una vera sofferenza. Ma questa squadra è grande perché è proprio quando si tratta di soffrire che escono fuori le migliori qualità dei giocatori; gli avversari hanno provato in tutti i modi a segnare, attraverso attacchi ordinati, in maniera scomposta,con palle buttate in mezzo, ma ogni volta la squadra di mister Sinibaldi è riuscita a sbrogliare la situazione e a portare a casa il risultato. Obiettivamente c’è da migliorare, però è anche importante riuscire a vincere quando si beccano giornate un po’ così, è segno che la squadra è matura, cinica, che sa mantenere la concentrazione fino alla fine. E poi finalmente dopo 8 partite la porta è rimasta inviolata; ora bisogna continuare a crederci per riagguantare il gruppone delle dirette rivali. Forza Velinia, segui la tua strada!!


Il Velinia sbanca Roma. E’ stata una mattina molto importante quella vissuta oggi dalla squadra di mister Sinibaldi, che torna da Roma con il bottino pieno, ottenuto contro una diretta rivale, segnando così la prima vittoria in campionato. Il Velinia veniva da due ottime prestazioni ed oggi si trattava di confermare il trend positivo, c’era qualcosa di diverso nell’aria, si respirava nello spogliatoio un mix di nervosismo ed entusiasmo, di consapevolezza ed ansia; un mix che si è rivelato vincente. Il primo tempo è stato senza storia, 2-0 per il Velinia, partita controllata e zero occasioni avversarie. Nel secondo tempo invece la squadra di casa ha cominciato ad attaccare in maniera più convinta, portando sempre molti uomini nella metà campo avversaria ed è così maturato un goal davvero bello, dal limite palla morbida sul secondo palo. Da questo momento è cominciato un assedio nella porta degli ospiti, il Velinia non è più riuscito ad uscire dalla propria metà campo, anche se ha sciupato due clamorose occasioni da rete in contropiede; il Velinia è apparso stanco, è sembrato essere vittima sacrificale delle scorribande nemiche. Ma è qui che è uscito l’orgoglio degli uomini in campo, proprio quell’orgoglio che l’anno scorso ci ha permesso di vincere un campionato, quell’orgoglio che si vede negli occhi dei giocatori che si sacrificano anche quando le forze hanno ormai abbandonato il corpo, l’orgoglio di essere membri di un gruppo fantastico, il Velinia ha alzato le barriere e gli avversari hanno sbattuto ripetutamente contro il muro difensivo. Questo è stato solo un piccolo passo verso la salvezza, ma un passo che ci ha fatto recuperare autostima ed entusiasmo, componenti che non possiamo permetterci di perdere o di lasciare per strada. Domenica sarà un’altra partita importante, forza Velinia, il bello comincia proprio ora!!!

MUNICIPIO ROMA 5-VELINIA 1-2

Il Velinia sbanca Roma. E’ stata una mattina molto importante quella vissuta oggi dalla squadra di mister Sinibaldi, che torna da Roma con il bottino pieno, ottenuto contro una diretta rivale, segnando così la prima vittoria in campionato. Il Velinia veniva da due ottime prestazioni ed oggi si trattava di confermare il trend positivo, c’era qualcosa di diverso nell’aria, si respirava nello spogliatoio un mix di nervosismo ed entusiasmo, di consapevolezza ed ansia; un mix che si è rivelato vincente. Il primo tempo è stato senza storia, 2-0 per il Velinia, partita controllata e zero occasioni avversarie. Nel secondo tempo invece la squadra di casa ha cominciato ad attaccare in maniera più convinta, portando sempre molti uomini nella metà campo avversaria ed è così maturato un goal davvero bello, dal limite palla morbida sul secondo palo. Da questo momento è cominciato un assedio nella porta degli ospiti, il Velinia non è più riuscito ad uscire dalla propria metà campo, anche se ha sciupato due clamorose occasioni da rete in contropiede; il Velinia è apparso stanco, è sembrato essere vittima sacrificale delle scorribande nemiche. Ma è qui che è uscito l’orgoglio degli uomini in campo, proprio quell’orgoglio che l’anno scorso ci ha permesso di vincere un campionato, quell’orgoglio che si vede negli occhi dei giocatori che si sacrificano anche quando le forze hanno ormai abbandonato il corpo, l’orgoglio di essere membri di un gruppo fantastico, il Velinia ha alzato le barriere e gli avversari hanno sbattuto ripetutamente contro il muro difensivo. Questo è stato solo un piccolo passo verso la salvezza, ma un passo che ci ha fatto recuperare autostima ed entusiasmo, componenti che non possiamo permetterci di perdere o di lasciare per strada. Domenica sarà un’altra partita importante, forza Velinia, il bello comincia proprio ora!!!


Se avessimo tenuto per un altro quarto d’ora l’atteggiamento mostrato per tutto il primo tempo e per buona parte del secondo, molto probabilmente ora saremmo a parlare di impresa sul campo della capolista. Il Velinia di Domenica scorsa è solo un brutto ricordo, la squadra oggi è apparsa tonica, aggressiva e vogliosa. Forse  il Contigliano non si aspettava una squadra così in salute e per tutto il primo tempo non solo non è riuscito a tirare in porta, ma non c’è stato neanche quel vantaggio territoriale che ci si aspetta in una partita tra la prima e l’ultima (per ora!!) della classe. Oggi è stata una partita tra due squadre di pari livello e se l’arbitro avesse concesso una dei tre rigori netti avremmo potuto forse parlare di un’altra partita. Al di là del risultato comunque la prestazione resta, e ciò ci fa ben sperare per il prosieguo del campionato. Nel primo tempo i portieri sono stati a dir poco inoperosi, anche se nel finale la porta del Contigliano ha tremato per un salvataggio sulla linea del difensore locale a portiere battuto. Il secondo tempo si è aperto sulla falsariga del primo, soltanto che dalla metà della ripresa ci siamo cominciati a chiudere in difesa fino a che è arrivato il goal del vantaggio del Contigliano. Il raddoppio è giunto direttamente da calcio d’angolo. Oggi deve essere sicuramente un nuovo punto di partenza, oggi tirava una nuova aria nello spogliatoio ed in campo si è visto, bella prestazione, di corsa e sacrificio, sara’ veramente arrivata la svolta?Intanto continuiamo a gridare: FORZA VELINIA!!Appuntamento a domenica…

CONTIGLIANO-VELINIA 2-0

Se avessimo tenuto per un altro quarto d’ora l’atteggiamento mostrato per tutto il primo tempo e per buona parte del secondo, molto probabilmente ora saremmo a parlare di impresa sul campo della capolista. Il Velinia di Domenica scorsa è solo un brutto ricordo, la squadra oggi è apparsa tonica, aggressiva e vogliosa. Forse il Contigliano non si aspettava una squadra così in salute e per tutto il primo tempo non solo non è riuscito a tirare in porta, ma non c’è stato neanche quel vantaggio territoriale che ci si aspetta in una partita tra la prima e l’ultima (per ora!!) della classe. Oggi è stata una partita tra due squadre di pari livello e se l’arbitro avesse concesso una dei tre rigori netti avremmo potuto forse parlare di un’altra partita. Al di là del risultato comunque la prestazione resta, e ciò ci fa ben sperare per il prosieguo del campionato. Nel primo tempo i portieri sono stati a dir poco inoperosi, anche se nel finale la porta del Contigliano ha tremato per un salvataggio sulla linea del difensore locale a portiere battuto. Il secondo tempo si è aperto sulla falsariga del primo, soltanto che dalla metà della ripresa ci siamo cominciati a chiudere in difesa fino a che è arrivato il goal del vantaggio del Contigliano. Il raddoppio è giunto direttamente da calcio d’angolo. Oggi deve essere sicuramente un nuovo punto di partenza, oggi tirava una nuova aria nello spogliatoio ed in campo si è visto, bella prestazione, di corsa e sacrificio, sara’ veramente arrivata la svolta?Intanto continuiamo a gridare: FORZA VELINIA!!Appuntamento a domenica…


VELINIA-PASSO CORESE 1936

Così non va, così non va, così non va. Bruttissima prestazione del Velinia che perde in casa per 4 a 1 contro un modestissimo Passo Corese. E’ troppo facile appellarsi alle assenze, è ingiusto e sbagliato e rischia di creare una scusante che in realtà non ha ragion d’essere. La squadra in campo ha mostrato il lato peggiore che una squadra può mostrare, che non è l’assenza di gioco, ma la mancanza di cattiveria, di grinta, la leggerezza nei contrasti, così non andiamo da nessuna parte. La salvezza è qualcosa che dobbiamo prenderci, che nessuno ci darà, ce la dobbiamo guadagnare Domenica dopo Domenica, gara dopo gara, in ogni contrasto, in ogni colpo di testa, in ogni tiro , in ogni atteggiamento c’è un po della salvezza che dobbiamo pretendere, deve essere un traguardo verso il quale dobbiamo arrivare mordendo il pallone, usando quella cattiveria, che i maestri del pallone chiamano agonismo, concentrazione, rabbia. E il Velinia di oggi non è stato niente di tutto questo, sempre secondi nei contrasti, mai una palla presa di testa, ed un’assenza di concentrazione ingiustificabile per una squadra di calcio. Ora è necessario tirare fuori l’orgoglio.


Rabbia, rabbia, rabbia è questo l’unico sentimento che aleggia in casa rossoblu. Difficile ricordare sconfitta tanto immeritata. Il Saxa Flaminia, arrivato come squadra favorita della partita (e dell’intero torneo!), torna a Roma con tre punti sul groppone ma con la coda tra le gambe, consapevole di aver immeritatamente fatto bottino pieno ad Antrodoco. La squadra di mister Sinibaldi è apparsa oggi molto vogliosa e l’iniziale timore nei confronti degli avversari è andato via via dissipandosi con lo scorrere del tempo. Gli avversari, che non sono mai entrati in campo, si sono trovati in vantaggio al 28° su  una sfortunata autorete di Papola, e questo a mia memoria è stato l’unico tiro in porta almeno fino al 90°, quando, col primo tiro in porta effettivo hanno trovato il secondo goal su azione di contropiede, con il Velinia che giocava ormai con  4 punte;  mister Petruzzi (all. del Saxa) dovrà studiare qualcosa se vuole puntare a qualcosa di importante. Ma veniamo a parlare del Velinia: il Velinia ha fatto la sua partita, qualche sbavatura, un gioco non brillantissimo ma abbastanza efficace, il Velinia deve essere questo, corsa e sacrificio. La prima partita ci ha fatto capire di essere all’altezza della categoria, oggi abbiamo la consapevolezza di poter lottare con tutte a testa alta, l’importante è continuare a remare tutti nella stessa direzione; questo Velinia sta crescendo e presto arriveranno anche i punti. FORZA VELINIA!!!

VELINIA-SAXA FLAMINIA LABARO 0-2

Rabbia, rabbia, rabbia è questo l’unico sentimento che aleggia in casa rossoblu. Difficile ricordare sconfitta tanto immeritata. Il Saxa Flaminia, arrivato come squadra favorita della partita (e dell’intero torneo!), torna a Roma con tre punti sul groppone ma con la coda tra le gambe, consapevole di aver immeritatamente fatto bottino pieno ad Antrodoco. La squadra di mister Sinibaldi è apparsa oggi molto vogliosa e l’iniziale timore nei confronti degli avversari è andato via via dissipandosi con lo scorrere del tempo. Gli avversari, che non sono mai entrati in campo, si sono trovati in vantaggio al 28° su una sfortunata autorete di Papola, e questo a mia memoria è stato l’unico tiro in porta almeno fino al 90°, quando, col primo tiro in porta effettivo hanno trovato il secondo goal su azione di contropiede, con il Velinia che giocava ormai con 4 punte; mister Petruzzi (all. del Saxa) dovrà studiare qualcosa se vuole puntare a qualcosa di importante. Ma veniamo a parlare del Velinia: il Velinia ha fatto la sua partita, qualche sbavatura, un gioco non brillantissimo ma abbastanza efficace, il Velinia deve essere questo, corsa e sacrificio. La prima partita ci ha fatto capire di essere all’altezza della categoria, oggi abbiamo la consapevolezza di poter lottare con tutte a testa alta, l’importante è continuare a remare tutti nella stessa direzione; questo Velinia sta crescendo e presto arriveranno anche i punti. FORZA VELINIA!!!


cantalice-velinia 2-0

Comincia l’avventura del Velinia nella nuova categoria, purtroppo non comincia nel migliore dei modi. Gli uomini di mister Sinibaldi tornano a casa con 2 reti al passivo e 0 all’attivo, il risultato è davvero bugiardo. Non è stata una grande partita, poche occasioni da entrambe le parti, portieri chiamati in causa pochissimo più che altro da calci da fermo, ai punti la partita sarebbe finita in pareggio, un pareggio comunque deludente per entrambi i mister. Di fatto non si trovano occasioni da ricordare particolarmente se non quelle dei gol, in particolare il secondo nato da una serie di passaggi che hanno messo in grande difficoltà la retroguardia ospite. Il Velinia conosce così la prima sconfitta in questa nuova categoria, non bisogna fasciarsi la testa, sapevamo che questo sarebbe stato un anno difficile, e per questo bisognerà lottare, bisognerà correre e sudare, bisognerà essere grintosi e uniti, e soprattutto sarà necessario essere affamati di vittorie apartire dalla prossima gara tra 7 giorni. FORZA VELINIA!!


L VELINIA ESCE A TESTA ALTA DALLA COPPA LAZIO
La squadra di Mister Sinibaldi si impone per 3-2 sul terreno del Castelverde.
Dopo l’esordio da incubo nel andata del primo turno della Coppa Lazio,il Velinia rialza la testa e va a vincere a Castelverde nel match che ahimè segna anche l’eliminazione della squadra rossoblu. Una settimana in più di preparazione ha giovato senz’altro ai nostri ragazzi che sono anche entrati in campo più concentrati e decisi a non ripetere assolutamente la prestazione negativa della domenica precedente. Il Mister ha modificato a sorpresa l’assetto tattico passando ad un 3-5-2 ed effettuando anche alcuni cambi nel 11 iniziale,grazie a queste sue mosse la squadra è parsa più bilanciata,ha coperto il campo in maniera quasi perfetta concedendo agli avversari un
possesso di palla sterile e pochissime occasioni da rete. Il Castelverde va in vantaggio ma ciò non rappresenta un problema ,ed i nostri continuano a fare il loro gioco nell’attesa del varco giusto. Cosi con pazienza il gol del pareggio arriva nella ripresa dopo una bellissima azione personale di Colangeli. CastelVerde accusa il colpo e appare in balia dell’avversario cosicché poco dopo arriva anche il gol del vantaggio siglato da un’ ottimo Marco Sinibaldi il quale era entrato in campo all’inizio del secondo tempo. Una volta passati in vantaggio i nostri si limitano a contenere la pressione,velleitaria a dire il vero,dei Roman. Nonostante ciò arriva come una doccia gelata il gol del pareggio,siglata dopo un innocua,almeno all’apparenza punizione da centrocampo. Quando il pareggio sembra ormai scontato ecco il colpo di scena,Sinibaldi sfrutta le indecisioni della difesa di casa conquistandosi un netto calcio di rigore,che lo stesso trasforma spiazzando il portiere.E’ l’ultimo gol della partita che regala cosi ai nostri ragazzi la vittoria,meritata e cercata,dando la consapevolezza che la sconfitta della domenica prima era solo una casualità, dettata soprattutto dalla precaria condizione atletica. Insomma una vittoria che non serve ai fini della qualificazione ma che fa senz’altro morale e aiuterà indubbiamente i ragazzi ad affrontare al meglio la prima stagionale sul terreno ostico del Cantalice. Forza Velinia.

CASTELVERD-VELINIA

L VELINIA ESCE A TESTA ALTA DALLA COPPA LAZIO La squadra di Mister Sinibaldi si impone per 3-2 sul terreno del Castelverde. Dopo l’esordio da incubo nel andata del primo turno della Coppa Lazio,il Velinia rialza la testa e va a vincere a Castelverde nel match che ahimè segna anche l’eliminazione della squadra rossoblu. Una settimana in più di preparazione ha giovato senz’altro ai nostri ragazzi che sono anche entrati in campo più concentrati e decisi a non ripetere assolutamente la prestazione negativa della domenica precedente. Il Mister ha modificato a sorpresa l’assetto tattico passando ad un 3-5-2 ed effettuando anche alcuni cambi nel 11 iniziale,grazie a queste sue mosse la squadra è parsa più bilanciata,ha coperto il campo in maniera quasi perfetta concedendo agli avversari un possesso di palla sterile e pochissime occasioni da rete. Il Castelverde va in vantaggio ma ciò non rappresenta un problema ,ed i nostri continuano a fare il loro gioco nell’attesa del varco giusto. Cosi con pazienza il gol del pareggio arriva nella ripresa dopo una bellissima azione personale di Colangeli. CastelVerde accusa il colpo e appare in balia dell’avversario cosicché poco dopo arriva anche il gol del vantaggio siglato da un’ ottimo Marco Sinibaldi il quale era entrato in campo all’inizio del secondo tempo. Una volta passati in vantaggio i nostri si limitano a contenere la pressione,velleitaria a dire il vero,dei Roman. Nonostante ciò arriva come una doccia gelata il gol del pareggio,siglata dopo un innocua,almeno all’apparenza punizione da centrocampo. Quando il pareggio sembra ormai scontato ecco il colpo di scena,Sinibaldi sfrutta le indecisioni della difesa di casa conquistandosi un netto calcio di rigore,che lo stesso trasforma spiazzando il portiere.E’ l’ultimo gol della partita che regala cosi ai nostri ragazzi la vittoria,meritata e cercata,dando la consapevolezza che la sconfitta della domenica prima era solo una casualità, dettata soprattutto dalla precaria condizione atletica. Insomma una vittoria che non serve ai fini della qualificazione ma che fa senz’altro morale e aiuterà indubbiamente i ragazzi ad affrontare al meglio la prima stagionale sul terreno ostico del Cantalice. Forza Velinia.


Coppa Lazio amara per il Velinia. Nella prima gara ufficiale della nuova stagione la squadra locale prende una sonora sconfitta a causa della formazione romana. La partita sulla carta non era di quelle più facili: il Castelverde veniva già ad Antrodoco con tutti i favori del pronostico, formazione che da almeno un paio di anni è nelle zone alte della classifica di prima categoria di un girone romano e punta decisamente alla promozione alla categoria superiore contro un Velinia che della prima categoria è stato negli anni scorsi il padrone ma ad oggi esordiente. E la differenza, che sulla carta poteva apparire solamente teorica, sul campo si è trasformata anche in pratica, e se a questo aggiungiamo anche diverse incertezze ed una buona sorte che sembrava averci girato completamente la testa allora il risultato è presto spiegato. Il Velinia non è apparso sicuramente come la brillante squadra dell’anno scorso, che, anche quando era in difficoltà, tirava fuori quella forza  e quella concretezza che le ha permesso di portare a casa il campionato; è inutile e non è nel nostro dna appellarci alle assenze o a gambe ancora troppo pesanti, perchè quando si scende in campo, si scende in campo e basta, ognuno è chiamato a dare il massimo, gambe e mente devono lavorare insieme, l’orgoglio deve essere la benzina del nostro motore. Per crescere è importante imparare da ogni partita e la partita di ieri ci ha fatto realizzare che è arrivato il momento di resettare da ciò che abbiamo fatto l’anno scorso ed immergerci in questa nuova avventura consci che non sarà un anno facile e consapevoli che se l’anno scorso abbiamo dato il 100% quest’anno dovremo dare il 110%. Senza fasciarsi la testa per una sconfitta è comunque il momento di abbassare la testa e pensare solo a lavoarare. FORZA VELINIA!!!

VELINIA CASTELVERDE 0-4

Coppa Lazio amara per il Velinia. Nella prima gara ufficiale della nuova stagione la squadra locale prende una sonora sconfitta a causa della formazione romana. La partita sulla carta non era di quelle più facili: il Castelverde veniva già ad Antrodoco con tutti i favori del pronostico, formazione che da almeno un paio di anni è nelle zone alte della classifica di prima categoria di un girone romano e punta decisamente alla promozione alla categoria superiore contro un Velinia che della prima categoria è stato negli anni scorsi il padrone ma ad oggi esordiente. E la differenza, che sulla carta poteva apparire solamente teorica, sul campo si è trasformata anche in pratica, e se a questo aggiungiamo anche diverse incertezze ed una buona sorte che sembrava averci girato completamente la testa allora il risultato è presto spiegato. Il Velinia non è apparso sicuramente come la brillante squadra dell’anno scorso, che, anche quando era in difficoltà, tirava fuori quella forza e quella concretezza che le ha permesso di portare a casa il campionato; è inutile e non è nel nostro dna appellarci alle assenze o a gambe ancora troppo pesanti, perchè quando si scende in campo, si scende in campo e basta, ognuno è chiamato a dare il massimo, gambe e mente devono lavorare insieme, l’orgoglio deve essere la benzina del nostro motore. Per crescere è importante imparare da ogni partita e la partita di ieri ci ha fatto realizzare che è arrivato il momento di resettare da ciò che abbiamo fatto l’anno scorso ed immergerci in questa nuova avventura consci che non sarà un anno facile e consapevoli che se l’anno scorso abbiamo dato il 100% quest’anno dovremo dare il 110%. Senza fasciarsi la testa per una sconfitta è comunque il momento di abbassare la testa e pensare solo a lavoarare. FORZA VELINIA!!!


Inizia Domenica 16 Settembre ore 15.30 al Vailati di Antrodoco  contro il Castelverde la stagione ufficiale del Velinia calcio. Grande attesa per vedere all'opera la squadra assemblata dal Mister Sinibaldi per affrontare da protagonista la prima Categoria.

Domenica prende il via la stagione sportiva del Velinia

Inizia Domenica 16 Settembre ore 15.30 al Vailati di Antrodoco contro il Castelverde la stagione ufficiale del Velinia calcio. Grande attesa per vedere all'opera la squadra assemblata dal Mister Sinibaldi per affrontare da protagonista la prima Categoria.


Per info su Torneo di Calcetto Velino Summer Cup <a href=torneo.php > clicca qui</a>

Speciale Torneo Velino Summer Cup 2012

Per info su Torneo di Calcetto Velino Summer Cup clicca qui


L'Antrodoco calcio a 5 si ferma ad un passo dalla storica impresa di vincere il campionato italiana di calcio a 5 svoltosi a Rimini dal 28 Giugno al 1 Luglio. Male che va sarà un successo, si era detto dopo la vittoria della semifinale e nonostante sia rimasto un po' di amaro in bocca per la mancata vittoria finale a parlare rimangono i numeri: migliore attacco, migliore difesa e ad un passo dal vincere la coppa disciplina. Una prestazione di forza che inorgoglisce il presidentissimo Diego Poscente e tutto Antrodoco. Come nei tornei medioevali dove campioni si battono per difendere il nome della propria terra, Antrodoco è stato onorato alla grande da un manipolo di guasconi animati da una simpatia a dir poco contagiosa contagiosa.

Antrodoco calcio a 5 arriva 2° alle nazionali uisp

L'Antrodoco calcio a 5 si ferma ad un passo dalla storica impresa di vincere il campionato italiana di calcio a 5 svoltosi a Rimini dal 28 Giugno al 1 Luglio. Male che va sarà un successo, si era detto dopo la vittoria della semifinale e nonostante sia rimasto un po' di amaro in bocca per la mancata vittoria finale a parlare rimangono i numeri: migliore attacco, migliore difesa e ad un passo dal vincere la coppa disciplina. Una prestazione di forza che inorgoglisce il presidentissimo Diego Poscente e tutto Antrodoco. Come nei tornei medioevali dove campioni si battono per difendere il nome della propria terra, Antrodoco è stato onorato alla grande da un manipolo di guasconi animati da una simpatia a dir poco contagiosa contagiosa.


Rimini Nazionali Uisp calcio a 5 2012

GIRONE C :
ANTRODOCO CALCIO A 5 (Lazio)
ASD DERBY CLUB (Toscana)
ARCI S.SABINA (Umbria)
A.C. PARADISO DEI GOLOSI (Friuli)

1 giornata Giovedì 28 giugno 2012
ANTRODOCO CALCIOA5 - ASD DERBY CLUB 16,00 (campo Seven)

2 giornata Venerdì 29 giugno 2012
ANTRODOCO CALCIOA5 - ARCI S. SABINA 10.00 (campo Seven)

3 giornata Sabato 30 giugno 2012
A.C. PARADISO DEI GOLOSI - ANTRODOCO CALCIOA5 10,00 (campo Savignano Cappona)

Quarti di finale Sabato 30 giugno 2012

Semifinali Domenica 01 luglio 2011

Finale Domenica 01 luglio 2011


Le finali regionali Lazio della Lega calcio Uisp rappresentano da sempre il piu' valido test di prova per le formazioni
che intendono misurare le proprie aspirazioni di vittoria per rassegna nazionale 
che si svolgerà quest'anno a Rimini dal 28 Giugno al 1 Luglio.
Per nulla intimorita dal blasone degli avversari, la tenacia e la grinta che la contraddistingue da sempre hanno permesso alla formazione di Antrodoco di superare le non poche difficoltà e di raggiungere il secondo posto dopo una finale persa o meglio non giocata affatto per mancanza di energie.

Antrodoco si piazza seconda alle regionali calcio a 5

Le finali regionali Lazio della Lega calcio Uisp rappresentano da sempre il piu' valido test di prova per le formazioni che intendono misurare le proprie aspirazioni di vittoria per rassegna nazionale che si svolgerà quest'anno a Rimini dal 28 Giugno al 1 Luglio. Per nulla intimorita dal blasone degli avversari, la tenacia e la grinta che la contraddistingue da sempre hanno permesso alla formazione di Antrodoco di superare le non poche difficoltà e di raggiungere il secondo posto dopo una finale persa o meglio non giocata affatto per mancanza di energie. "Ci stiamo attrezzando per migliorare quanto di buono è stato fatto fin qui per colmare il gap che ci separa dalle primissime della classe" ha dichiarato il presidente Poscente. Un plauso va dunque a questi ragazzi che sono riusciti a cogliere un risultato che fa morale in vista della manifestazione nazionale, nessun dorma.


Sono ormai giornate di festa quelle che accompagnano la squadra durante le battute finali del campionato. Dopo un intero anno passato a correre per i campi reatini il Velinia si gode queste due ultime giornate, e nella prima contro il Leonessa non sfodera certamente la sua più grande prestazione ma di fatto a metà del secondo tempo si trovava con due reti di vantaggio sugli avversari e solo due punizioni di Angelini hanno permesso di agguantare il pareggio alla squadra di casa. Questo il film della partita: primi dieci minuti da film dell’orrore con il Leonessa costantemente in area nemica, poi c’è stato il risveglio dal torpore e in una bellissima azione di contropiede Graziani serve Colangeli per un bellissimo goal in mezza rovesciata. Dopo il pareggio degli avversari il Velinia torna a spingere e passa di nuovo in vantaggio prima dello scadere con un rigore battuto magistralmente da Pezzotti, imparabile per il portiere, andando contro i cattivi presagi del mago Risdonne. Nel secondo tempo c’è gloria anche per il bomber Graziani, e quando ormai la partita sembrava chiusa due punizioni dal limite hanno sancito il definitivo pareggio. Prima di cominciare tre mesi di meritato riposo per ricaricare le batterie ci aspetta l’ultima partita, onoriamola e sempre FORZA VELINIA!!

LEONESSA-VELINIA 3-3

Sono ormai giornate di festa quelle che accompagnano la squadra durante le battute finali del campionato. Dopo un intero anno passato a correre per i campi reatini il Velinia si gode queste due ultime giornate, e nella prima contro il Leonessa non sfodera certamente la sua più grande prestazione ma di fatto a metà del secondo tempo si trovava con due reti di vantaggio sugli avversari e solo due punizioni di Angelini hanno permesso di agguantare il pareggio alla squadra di casa. Questo il film della partita: primi dieci minuti da film dell’orrore con il Leonessa costantemente in area nemica, poi c’è stato il risveglio dal torpore e in una bellissima azione di contropiede Graziani serve Colangeli per un bellissimo goal in mezza rovesciata. Dopo il pareggio degli avversari il Velinia torna a spingere e passa di nuovo in vantaggio prima dello scadere con un rigore battuto magistralmente da Pezzotti, imparabile per il portiere, andando contro i cattivi presagi del mago Risdonne. Nel secondo tempo c’è gloria anche per il bomber Graziani, e quando ormai la partita sembrava chiusa due punizioni dal limite hanno sancito il definitivo pareggio. Prima di cominciare tre mesi di meritato riposo per ricaricare le batterie ci aspetta l’ultima partita, onoriamola e sempre FORZA VELINIA!!


VITTORIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA…..!!!!!!!!!! Con 2 giornate di anticipo il Velinia mette la parola fine al campionato e spegne ogni desiderio di rimonta degli avversari. E’ stata una giornata memorabile al “Vailati” di Antrodoco che difficilmente i presenti scorderanno, un sogno cominciato i primi di settembre e  concretizzato a nove mesi di distanza con il pareggio contro la rivale più temuta del campionato a coronamento di una stagione meravigliosa. Chi poteva aspettarsi una stagione del genere dopo la prima deludente sconfitta in casa contro Ginestra? E invece dalle macerie della prima giornata è nato qualcosa di nuovo, si è acceso qualcosa di inaspettato e la squadra ha cominciato a macinare gioco e risultati, si è trovata a rincorrere dalla prima giornata senza sapere bene a cosa puntare, senza capire il proprio valore, ma è stato nel mese decisivo, quando tra la metà di dicembre fino alla metà di gennaio doveva incontrare tutte le prime della classe, che i leoni del Velinia hanno alzato la testa  e hanno seminato un distacco dagli avversari che nessuno è più stato in grado colmare, cosi in serie sono cadute Pescorocchiano,Salto Cicolano,Capradosso e Ginestra tutte candidate a vincere il titolo finale. E’ da questo momento che i leoni sono diventati i veri padroni del campionato non lasciando per strada nemmeno più un punto, collezionando 10 vittorie di fila, facendo il vuoto nel campionato, e quei ragazzi che non conoscevano il proprio valore ora sono ben consapevoli della propria forza, e sotto la guida di un grande mister, la squadra ha fatto dei progressi visibili, ha assunto una forte identità, una buona fisionomia di gioco, grande carattere che gli ha permesso di resistere anche nelle giornate più dure,e una grande voglia di vincere e festeggiare per ridare serenità ad un ambiente troppo deluso negli ultimi anni.GRANDE VELINIA!! Ovviamente il traguardo raggiunto oggi va completamente dedicato ad un uomo che ha sempre creduto in noi, anche nei momenti più difficili, che c’ha sempre sostenuto, uno spirito che ha amato il calcio in tutte le sue forme, una grande persona e come spesso accade alle grandi persone c’ha abbandonato troppo presto: questa vittoria è per te SERGIO!!!

l'AS Velinia centra la promozione in 1° Categoria

VITTORIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA…..!!!!!!!!!! Con 2 giornate di anticipo il Velinia mette la parola fine al campionato e spegne ogni desiderio di rimonta degli avversari. E’ stata una giornata memorabile al “Vailati” di Antrodoco che difficilmente i presenti scorderanno, un sogno cominciato i primi di settembre e concretizzato a nove mesi di distanza con il pareggio contro la rivale più temuta del campionato a coronamento di una stagione meravigliosa. Chi poteva aspettarsi una stagione del genere dopo la prima deludente sconfitta in casa contro Ginestra? E invece dalle macerie della prima giornata è nato qualcosa di nuovo, si è acceso qualcosa di inaspettato e la squadra ha cominciato a macinare gioco e risultati, si è trovata a rincorrere dalla prima giornata senza sapere bene a cosa puntare, senza capire il proprio valore, ma è stato nel mese decisivo, quando tra la metà di dicembre fino alla metà di gennaio doveva incontrare tutte le prime della classe, che i leoni del Velinia hanno alzato la testa e hanno seminato un distacco dagli avversari che nessuno è più stato in grado colmare, cosi in serie sono cadute Pescorocchiano,Salto Cicolano,Capradosso e Ginestra tutte candidate a vincere il titolo finale. E’ da questo momento che i leoni sono diventati i veri padroni del campionato non lasciando per strada nemmeno più un punto, collezionando 10 vittorie di fila, facendo il vuoto nel campionato, e quei ragazzi che non conoscevano il proprio valore ora sono ben consapevoli della propria forza, e sotto la guida di un grande mister, la squadra ha fatto dei progressi visibili, ha assunto una forte identità, una buona fisionomia di gioco, grande carattere che gli ha permesso di resistere anche nelle giornate più dure,e una grande voglia di vincere e festeggiare per ridare serenità ad un ambiente troppo deluso negli ultimi anni.GRANDE VELINIA!! Ovviamente il traguardo raggiunto oggi va completamente dedicato ad un uomo che ha sempre creduto in noi, anche nei momenti più difficili, che c’ha sempre sostenuto, uno spirito che ha amato il calcio in tutte le sue forme, una grande persona e come spesso accade alle grandi persone c’ha abbandonato troppo presto: questa vittoria è per te SERGIO!!!


…..e ormai quando le macchine del Velinia mettono la freccia per uscire a Rieti ovest e recarsi nei paesi del Cicolano a qualcuno cominciano a tremare le gambe!!!! A parte qualche battuta quest’anno il Velinia ha fatto bottino pieno in tutte le trasferte nella vallata reatina, 4 vittorie in altrettante partite contro squadre che erano additate,anche a ragione, ad essere grandi forze del campionato e che solo la formazione di Antrodoco è riuscito a battere tra le loro mura. Ma veniamo alla partita di domenica contro il pescorocchiano: innanzitutto, e questo non mi fa piacere scriverlo, però è importante sottolinearlo, c’è da evidenziare l’elevata scorrettezza della squadra locale, che in nome di una fantomatica vendetta è andata oltre l’aspetto meramente sportivo che caratterizza una partita, e nella classifica delle peggiori squadre che hanno abitato questo campionato si posiziona immediatamente dietro a Salto Cicolano che Domenica verrà a trovarci in casa. Andiamo ora ad analizzare una partita che nel primo tempo è stata molto equilibrata, caratterizzata da una grande occasione per parte, un palo per i padroni di casa e una gran parata del portiere su tiro di Guerrieri per gli ospiti. Nel secondo tempo il Velinia lascia da parte i freni che ha chi è vicino all’obiettivo e comincia a salire ed imporre il proprio gioco e così su un fallo laterale magistralmente battuto dal grande Ciotti, Corradetti svetta più in alto di tutti e di testa colpisce mettendo la palla a fil di palo, il portiere in tuffo la arpiona me non la trattiene e lo stesso Corradetti si avventa mettendo in rete per l’1 a 0 sfogando tutta la felicità per un goal molto pesante. A questo punto il Velinia capisce che è il momento buono per chiudere la partita e così in una bellissima ripartenza, Alonzi mette dentro con un gran pallonetto al portiere: 2-0. La squadra di casa ormai demoralizzata è preda dei contropiedi dei ragazzi di mister Sinibaldi che non si concretizzano per poco, mentre quasi più nessuna paura attraversa la difesa ospite. Con questa ennesima vittoria il Velinia si conferma la squadra nel Lazio, tra tutti i gironi di seconda categoria, ad aver totalizzato più punti, maggior numero di vittorie e terza miglior difesa, e già Domenica potrebbe laurearsi campione e festeggiare con 2 giornate di anticipo!!FORZA RAGAZZI….

PESCOROCCHIANO-VELINIA 0-2

…..e ormai quando le macchine del Velinia mettono la freccia per uscire a Rieti ovest e recarsi nei paesi del Cicolano a qualcuno cominciano a tremare le gambe!!!! A parte qualche battuta quest’anno il Velinia ha fatto bottino pieno in tutte le trasferte nella vallata reatina, 4 vittorie in altrettante partite contro squadre che erano additate,anche a ragione, ad essere grandi forze del campionato e che solo la formazione di Antrodoco è riuscito a battere tra le loro mura. Ma veniamo alla partita di domenica contro il pescorocchiano: innanzitutto, e questo non mi fa piacere scriverlo, però è importante sottolinearlo, c’è da evidenziare l’elevata scorrettezza della squadra locale, che in nome di una fantomatica vendetta è andata oltre l’aspetto meramente sportivo che caratterizza una partita, e nella classifica delle peggiori squadre che hanno abitato questo campionato si posiziona immediatamente dietro a Salto Cicolano che Domenica verrà a trovarci in casa. Andiamo ora ad analizzare una partita che nel primo tempo è stata molto equilibrata, caratterizzata da una grande occasione per parte, un palo per i padroni di casa e una gran parata del portiere su tiro di Guerrieri per gli ospiti. Nel secondo tempo il Velinia lascia da parte i freni che ha chi è vicino all’obiettivo e comincia a salire ed imporre il proprio gioco e così su un fallo laterale magistralmente battuto dal grande Ciotti, Corradetti svetta più in alto di tutti e di testa colpisce mettendo la palla a fil di palo, il portiere in tuffo la arpiona me non la trattiene e lo stesso Corradetti si avventa mettendo in rete per l’1 a 0 sfogando tutta la felicità per un goal molto pesante. A questo punto il Velinia capisce che è il momento buono per chiudere la partita e così in una bellissima ripartenza, Alonzi mette dentro con un gran pallonetto al portiere: 2-0. La squadra di casa ormai demoralizzata è preda dei contropiedi dei ragazzi di mister Sinibaldi che non si concretizzano per poco, mentre quasi più nessuna paura attraversa la difesa ospite. Con questa ennesima vittoria il Velinia si conferma la squadra nel Lazio, tra tutti i gironi di seconda categoria, ad aver totalizzato più punti, maggior numero di vittorie e terza miglior difesa, e già Domenica potrebbe laurearsi campione e festeggiare con 2 giornate di anticipo!!FORZA RAGAZZI….


Il recupero di campionato del 25 aprile ha portato grande soddisfazione nelle fila del Velinia per due motivi: in primo luogo l’ennesima vittoria in casa, questa volta per 6-2, la vittoria più rotonda dall’inizio del campionato, in una partita che si è messa subito bene per i padroni di casa che al 15° del primo tempo erano già in vantaggio per tre reti a zero, dimostrando ancora una volta una grande determinazione e concentrazione per il raggiungimento dell’obiettivo finale, e in secondo luogo al termine della partita è arrivata la bella notizia della sconfitta dei nostri principali rivali in casa del Monteleone. A questo punto a quattro giornate dalla fine il vantaggio è +7, e tra due giornate abbiamo anche lo scontro diretto. Di certo ad oggi l’errore più grande che i ragazzi potrebbero fare sarebbe quello di sentirsi appagati, ma a vedere l’entusiasmo, la condizione fisica e la concentrazione che gli stessi mettono in campo in ogni allenamento e ad ogni partita è difficile pensare ad una cosa simile: anche perché stiamo ancora lottando per raggiungere almeno 4 obiettivi, promozione in prima, primo posto in campionato, imbattibilità nel girone di ritorno, e migliore squadra tra tutte le seconde categorie del lazio. C’è ancora da correre……..e correremo!!!!!

Antrodoco strapazza il Real Montenero 6 a 2

Il recupero di campionato del 25 aprile ha portato grande soddisfazione nelle fila del Velinia per due motivi: in primo luogo l’ennesima vittoria in casa, questa volta per 6-2, la vittoria più rotonda dall’inizio del campionato, in una partita che si è messa subito bene per i padroni di casa che al 15° del primo tempo erano già in vantaggio per tre reti a zero, dimostrando ancora una volta una grande determinazione e concentrazione per il raggiungimento dell’obiettivo finale, e in secondo luogo al termine della partita è arrivata la bella notizia della sconfitta dei nostri principali rivali in casa del Monteleone. A questo punto a quattro giornate dalla fine il vantaggio è +7, e tra due giornate abbiamo anche lo scontro diretto. Di certo ad oggi l’errore più grande che i ragazzi potrebbero fare sarebbe quello di sentirsi appagati, ma a vedere l’entusiasmo, la condizione fisica e la concentrazione che gli stessi mettono in campo in ogni allenamento e ad ogni partita è difficile pensare ad una cosa simile: anche perché stiamo ancora lottando per raggiungere almeno 4 obiettivi, promozione in prima, primo posto in campionato, imbattibilità nel girone di ritorno, e migliore squadra tra tutte le seconde categorie del lazio. C’è ancora da correre……..e correremo!!!!!


Alla domanda chi ha vinto Domenica, la risposta è che ha vinto la squadra più motivata, quella che ha un obiettivo che vede avvicinarsi giornata dopo giornata, quella che di più ha cercato il risultato, con tenacia senza mai farsi prendere dalla paura di non vincere. Il Velinia è consapevole della propria forza, i ragazzi ormai sanno che restando calmi e facendo il proprio gioco il risultato presto o tardi arriva, è per questo che dall’inizio del campionato (tranne Monteleone) la squadra non ha mai perso la testa, ha sempre rispettato l’avversario sia che si trattasse della prima della classe che dell’ultima, e grazie a questo atteggiamento siamo arrivati a fine aprile a giocarci il campionato. E Domenica è stata la rappresentazione di quanto appena detto: il Velinia aveva bisogno di vincere. E’ facile immaginare una squadra che dopo un primo tempo equilibrato e finito sullo 0-0 potesse sfaldarsi per la paura di non raggiungere il risultato: e invece no, e questa è la nostra grande forza, nel secondo tempo abbiamo invaso la metà campo avversaria con continue scorribande senza tuttavia mai distruggere la linea difensiva degli ospiti. Non per questo abbiamo abbandonato la compattezza ed il rispetto dei ruoli, ed anche questa volta il goal è arrivato: all’80° Faina, a coronamento di una prestazione di qualità e quantità, insacca e va a sfogare tutta la felicità sua e dei compagni sotto la tribuna di una “bombonera” che riscopre la passione in questi ultimi anni sopita. Velinia, ormai sei un treno in corsa e mancano appena 5 fermate: goditele con la giusta dose di concentrazione e spensieratezza! ANCORA FORZA VELINIA! ANCORA FORZA RAGAZZI!

VELINIA-PODIUM 1-0

Alla domanda chi ha vinto Domenica, la risposta è che ha vinto la squadra più motivata, quella che ha un obiettivo che vede avvicinarsi giornata dopo giornata, quella che di più ha cercato il risultato, con tenacia senza mai farsi prendere dalla paura di non vincere. Il Velinia è consapevole della propria forza, i ragazzi ormai sanno che restando calmi e facendo il proprio gioco il risultato presto o tardi arriva, è per questo che dall’inizio del campionato (tranne Monteleone) la squadra non ha mai perso la testa, ha sempre rispettato l’avversario sia che si trattasse della prima della classe che dell’ultima, e grazie a questo atteggiamento siamo arrivati a fine aprile a giocarci il campionato. E Domenica è stata la rappresentazione di quanto appena detto: il Velinia aveva bisogno di vincere. E’ facile immaginare una squadra che dopo un primo tempo equilibrato e finito sullo 0-0 potesse sfaldarsi per la paura di non raggiungere il risultato: e invece no, e questa è la nostra grande forza, nel secondo tempo abbiamo invaso la metà campo avversaria con continue scorribande senza tuttavia mai distruggere la linea difensiva degli ospiti. Non per questo abbiamo abbandonato la compattezza ed il rispetto dei ruoli, ed anche questa volta il goal è arrivato: all’80° Faina, a coronamento di una prestazione di qualità e quantità, insacca e va a sfogare tutta la felicità sua e dei compagni sotto la tribuna di una “bombonera” che riscopre la passione in questi ultimi anni sopita. Velinia, ormai sei un treno in corsa e mancano appena 5 fermate: goditele con la giusta dose di concentrazione e spensieratezza! ANCORA FORZA VELINIA! ANCORA FORZA RAGAZZI!


Antrodoco c5 - situazione diffidati

Giocatori diffidati con 2 ammonizioni (soggetti a squalifica in caso di ulteriore ammonizione) :
Colangeli
Mannetti
Giocatori con 1 Ammonizione :
Proietti
Spizuoco
Papola
Paolucci


E’ stato un Velinia poco brillante quello che oggi ha affrontato la formazione ultima in classifica del Montasola. Innanzitutto complimenti alla squadra di casa che ha fatto davvero una bella partita ed alla fine la domanda da porsi era come mai una tale formazione è a soli 12 punti ed ultima in classifica per quanto visto in campo. Ma veniamo a noi: continua la marcia inarrestabile del Velinia che riesce a passare indenne all’ennesima trasferta, la partita è stata dura, le variabili in gioco molte, campo molto grande, trasferta lunga e mattutina, campo a tratti sabbioso, ed una squadra avversaria con una grande voglia di salvarsi, le condizioni per pensare ad una battuta d’arresto c’erano tutte ed invece con grande orgoglio la squadra di mister Sinibaldi è passata in vantaggio nel primo tempo con un grande goal di Alonzi, non tanto per la sua estetica quanto più per aver creduto fino alla fine ad una palla che tutti credevano preda del portiere, e lo spirito del goal è l’immagine dello spirito della squadra, crederci fino alla fine e fino in fondo, mai capitolare senza lottare e giocare sempre a testa alta. Nel secondo tempo la reazione degli avversari è stata veemente ma quando il Velinia alza il muro pochi riescono a sfondarlo e così la partita è stata condotta in porto. Sicuramente questa squadra c’ha abituato a prestazioni di più alto livello specie nelle ultime partite, però è pur vero che non tutte le partite possono essere vinte col bel gioco e con diversi goals di scarto, prendiamo questi tre punti e continuiamo a marciare. Con il pareggio della Dinamo Colli il Velinia è la squadra di seconda categoria con il maggior numero di punti del Lazio, ora abbiamo due settimane di riposo per ricaricare le energie ed affrontare l’ultimo sprint di primavera senza paura e consapevoli delle nostre potenzialità. Ancora una volta gridiamo FORZA VELINIA!!

MONTASOLA-VELINIA 0-1

E’ stato un Velinia poco brillante quello che oggi ha affrontato la formazione ultima in classifica del Montasola. Innanzitutto complimenti alla squadra di casa che ha fatto davvero una bella partita ed alla fine la domanda da porsi era come mai una tale formazione è a soli 12 punti ed ultima in classifica per quanto visto in campo. Ma veniamo a noi: continua la marcia inarrestabile del Velinia che riesce a passare indenne all’ennesima trasferta, la partita è stata dura, le variabili in gioco molte, campo molto grande, trasferta lunga e mattutina, campo a tratti sabbioso, ed una squadra avversaria con una grande voglia di salvarsi, le condizioni per pensare ad una battuta d’arresto c’erano tutte ed invece con grande orgoglio la squadra di mister Sinibaldi è passata in vantaggio nel primo tempo con un grande goal di Alonzi, non tanto per la sua estetica quanto più per aver creduto fino alla fine ad una palla che tutti credevano preda del portiere, e lo spirito del goal è l’immagine dello spirito della squadra, crederci fino alla fine e fino in fondo, mai capitolare senza lottare e giocare sempre a testa alta. Nel secondo tempo la reazione degli avversari è stata veemente ma quando il Velinia alza il muro pochi riescono a sfondarlo e così la partita è stata condotta in porto. Sicuramente questa squadra c’ha abituato a prestazioni di più alto livello specie nelle ultime partite, però è pur vero che non tutte le partite possono essere vinte col bel gioco e con diversi goals di scarto, prendiamo questi tre punti e continuiamo a marciare. Con il pareggio della Dinamo Colli il Velinia è la squadra di seconda categoria con il maggior numero di punti del Lazio, ora abbiamo due settimane di riposo per ricaricare le energie ed affrontare l’ultimo sprint di primavera senza paura e consapevoli delle nostre potenzialità. Ancora una volta gridiamo FORZA VELINIA!!


E’ un gran bel Velinia quello che si impone sul proprio campo nei confronti del Monteleone riscattando la deludente sconfitta dell’andata. La squadra di mister Sinibaldi si impone con un secco 3 a 0 che non lascia alibi agli avversari. Sono ormai diverse settimane che la squadra scende in campo determinata ad imporre il proprio gioco ed alla continua e assillante ricerca del risultato, così da generare una tale pressione nell’avversario da costringerlo alla capitolazione. Nella partita di Domenica si ripete quindi un film già visto: il Velinia parte subito forte, gli avversari vengono schiacciati nella propria metà campo e dopo aver barcollato diverse volte, alla metà del primo tempo cedono sotto una stupenda azione palla a terra cominciata a centrocampo da Colangeli, passata per i piedi di Alonzi prima, e Faina poi, e conclusa da Graziani che non può sbagliare a porta vuota. Il Velinia non retrocede e continua ad attaccare sia nella seconda metà del primo tempo che nella ripresa ed il secondo goal arriva su un calcio d’angolo di Faina e testa di Corradetti. La squadra ospite non si rende quasi mai effettivamente pericolosa se non con qualche sporadica azione di contropiede e così con una bella azione insistita dei padroni di casa arriva anche il goal della sicurezza ancora con Graziani che, ben servito da Naji, chiude la partita. Questo Velinia vince, si diverte e diverte il pubblico è una squadra giovane e piena di prospettive……dove può arrivare?Non lo sappiamo, ma intanto continuiamo a gridare tutti insieme e ancora una volta..FORZA VELINIA!!

VELINIA-MONTELEONE 3-0

E’ un gran bel Velinia quello che si impone sul proprio campo nei confronti del Monteleone riscattando la deludente sconfitta dell’andata. La squadra di mister Sinibaldi si impone con un secco 3 a 0 che non lascia alibi agli avversari. Sono ormai diverse settimane che la squadra scende in campo determinata ad imporre il proprio gioco ed alla continua e assillante ricerca del risultato, così da generare una tale pressione nell’avversario da costringerlo alla capitolazione. Nella partita di Domenica si ripete quindi un film già visto: il Velinia parte subito forte, gli avversari vengono schiacciati nella propria metà campo e dopo aver barcollato diverse volte, alla metà del primo tempo cedono sotto una stupenda azione palla a terra cominciata a centrocampo da Colangeli, passata per i piedi di Alonzi prima, e Faina poi, e conclusa da Graziani che non può sbagliare a porta vuota. Il Velinia non retrocede e continua ad attaccare sia nella seconda metà del primo tempo che nella ripresa ed il secondo goal arriva su un calcio d’angolo di Faina e testa di Corradetti. La squadra ospite non si rende quasi mai effettivamente pericolosa se non con qualche sporadica azione di contropiede e così con una bella azione insistita dei padroni di casa arriva anche il goal della sicurezza ancora con Graziani che, ben servito da Naji, chiude la partita. Questo Velinia vince, si diverte e diverte il pubblico è una squadra giovane e piena di prospettive……dove può arrivare?Non lo sappiamo, ma intanto continuiamo a gridare tutti insieme e ancora una volta..FORZA VELINIA!!


Il Friends Bar si conferma la bestia nera dell' Antrodoco calcio a 5 e gli infligge come l'andata una pesante sconfitta per 4 a 1. Un Antrodoco privo di idee e di forze che non è mai  entrato in partita e che si è fatto dominare fisicamente, tecnicamente ma soprattutto caratterialmente. Alla fine ha vinto la squadra che piu' di tutte voleva vincere senza se e senza ma. Unico attenuante è che analizzando bene la formazione avversaria possiamo dire che il Friends Bar schierava in campo ben 4 finalisti della squadra campione provinciale 2 anni fa, il che è tutto dire.

Friends Bar bestia nera dell'Antrodoco c5

Il Friends Bar si conferma la bestia nera dell' Antrodoco calcio a 5 e gli infligge come l'andata una pesante sconfitta per 4 a 1. Un Antrodoco privo di idee e di forze che non è mai entrato in partita e che si è fatto dominare fisicamente, tecnicamente ma soprattutto caratterialmente. Alla fine ha vinto la squadra che piu' di tutte voleva vincere senza se e senza ma. Unico attenuante è che analizzando bene la formazione avversaria possiamo dire che il Friends Bar schierava in campo ben 4 finalisti della squadra campione provinciale 2 anni fa, il che è tutto dire.



Nessuno come il Velinia!!! Nei tredici gironi laziali di seconda categoria, solo una squadra, la Dinamo Colli nel girone O, ha totalizzato gli stessi punti della formazione dell’alta valle del Velino, ed invece nessuno ha gioito per una vittoria lo stesso suo numero di volte, ben 18 in 22 incontri, con una media dell’81,81%. Questi numeri pesano. Ma veniamo alla partita di Domenica: nel Velinia tutti sapevano che la partita non sarebbe stata una passeggiata e tal si è dimostrata, la formazione ospite è riuscita a piegare la resistenza dei padroni di casa solo nel secondo tempo dopo aver condotto la battaglia fino a quel momento. La maggior freschezza atletica, il maggior vigore e la voglia di vincere oltre ad una migliore organizzazione di gioco hanno fatto la differenza ed hanno permesso di piegare le maglie difensive del paesino reatino, che, già nel primo tempo, pur resistendo, avevano tremato diverse volte. E’ stato Colangeli che, dopo aver preso un palo qualche minuto prima, al 14° della seconda frazione di gara in azione di contropiede mette fuorigioco il portiere per poi andare a scaricare tutta la gioia verso i compagni. L’episodio spezza la gara: il Casette si riversa in avanti lasciando ampie praterie per gli attaccanti antrodocani  che sul finire della partita festeggiano il ritorno al goal di Faina che ipnotizza il portiere con un tocco sotto. Ragazzi ci aspettano ancora 8 finali, l’entusiasmo e la concretezza dovranno essere le nostre guide, il ricordo di Sergio dovrà essere la nostra batteria per un finale di campionato tutto da vivere!!FORZA VELINIA!!

CASETTE-VELINIA 0-2

Nessuno come il Velinia!!! Nei tredici gironi laziali di seconda categoria, solo una squadra, la Dinamo Colli nel girone O, ha totalizzato gli stessi punti della formazione dell’alta valle del Velino, ed invece nessuno ha gioito per una vittoria lo stesso suo numero di volte, ben 18 in 22 incontri, con una media dell’81,81%. Questi numeri pesano. Ma veniamo alla partita di Domenica: nel Velinia tutti sapevano che la partita non sarebbe stata una passeggiata e tal si è dimostrata, la formazione ospite è riuscita a piegare la resistenza dei padroni di casa solo nel secondo tempo dopo aver condotto la battaglia fino a quel momento. La maggior freschezza atletica, il maggior vigore e la voglia di vincere oltre ad una migliore organizzazione di gioco hanno fatto la differenza ed hanno permesso di piegare le maglie difensive del paesino reatino, che, già nel primo tempo, pur resistendo, avevano tremato diverse volte. E’ stato Colangeli che, dopo aver preso un palo qualche minuto prima, al 14° della seconda frazione di gara in azione di contropiede mette fuorigioco il portiere per poi andare a scaricare tutta la gioia verso i compagni. L’episodio spezza la gara: il Casette si riversa in avanti lasciando ampie praterie per gli attaccanti antrodocani che sul finire della partita festeggiano il ritorno al goal di Faina che ipnotizza il portiere con un tocco sotto. Ragazzi ci aspettano ancora 8 finali, l’entusiasmo e la concretezza dovranno essere le nostre guide, il ricordo di Sergio dovrà essere la nostra batteria per un finale di campionato tutto da vivere!!FORZA VELINIA!!


Continua la marcia trionfale del Velinia, che in uno splendido pomeriggio assolato che sembra preannunciare la fine dell’inverno, non delude il suo pubblico, e si porta a casa l’ennesima vittoria con un risultato maturato tutto nel secondo tempo. Il primo tempo si è chiuso sullo 0-0 anche se le occasioni per i padroni di casa sono state obiettivamente molte ma mal sfruttate, e la squadra ospite si è fatta viva solo un paio di volte su ripartenze neanche troppo pericolose. Nel secondo tempo, la svolta: dentro il rientrante Naji che alla prima occasione si fa immediatamente perdonare i mesi di assenza realizzando un goal meraviglioso; a questo punto la squadra borbontina si sfalda e penetrare la già affaticata difesa avversaria diventa un gioco da ragazzi per gli attaccanti di casa, così, in serie prima Alonzi(altro goal veramente bello di giornata) poi Colangeli e di nuovo Naji finiscono per arrotondare il risultato. Il quadro della giornata viene poi completato dalla notizia della sconfitta per 3-0 della diretta rivale, che determina una distanza tra il Velinia e Ginestra di 5 punti. Questa settimana vedrà il Velinia sia mercoledi, nel recupero, che domenica giocare due partite esterne che, inutile dire, saranno fondamentali e potranno dire molto per il prosieguo del campionato, saranno partite sicuramente non facili e per questo servirà il miglior Velinia, servirà compattezza, servirà grinta, servirà calma, servirà la voglia di vincere che non è mai mancata quest’anno e non mancherà neanche questa volta!!FORZA VELINIA!!

VELINIA-BORBONA 4-0

Continua la marcia trionfale del Velinia, che in uno splendido pomeriggio assolato che sembra preannunciare la fine dell’inverno, non delude il suo pubblico, e si porta a casa l’ennesima vittoria con un risultato maturato tutto nel secondo tempo. Il primo tempo si è chiuso sullo 0-0 anche se le occasioni per i padroni di casa sono state obiettivamente molte ma mal sfruttate, e la squadra ospite si è fatta viva solo un paio di volte su ripartenze neanche troppo pericolose. Nel secondo tempo, la svolta: dentro il rientrante Naji che alla prima occasione si fa immediatamente perdonare i mesi di assenza realizzando un goal meraviglioso; a questo punto la squadra borbontina si sfalda e penetrare la già affaticata difesa avversaria diventa un gioco da ragazzi per gli attaccanti di casa, così, in serie prima Alonzi(altro goal veramente bello di giornata) poi Colangeli e di nuovo Naji finiscono per arrotondare il risultato. Il quadro della giornata viene poi completato dalla notizia della sconfitta per 3-0 della diretta rivale, che determina una distanza tra il Velinia e Ginestra di 5 punti. Questa settimana vedrà il Velinia sia mercoledi, nel recupero, che domenica giocare due partite esterne che, inutile dire, saranno fondamentali e potranno dire molto per il prosieguo del campionato, saranno partite sicuramente non facili e per questo servirà il miglior Velinia, servirà compattezza, servirà grinta, servirà calma, servirà la voglia di vincere che non è mai mancata quest’anno e non mancherà neanche questa volta!!FORZA VELINIA!!


Gara sofferta dell'Antrodoco che contro l'Agriturismo Sor Ezio sfodera una prestazione tutta nervi ed orgoglio e riesce a recuperare in extremis una partita che sul parziale di 2 a 5 sembrava irrimediabilmente compromessa. 
Disastroso il primo tempo, ottima invece la reazione nel secondo tempo nonostante le numerose defezioni che hanno costretto l'Antrodoco a giocare in 5 tutta la partita.
La nave barcolla ma non molla.

Antrodoco - Agriturismo sor Ezio 7-6

Gara sofferta dell'Antrodoco che contro l'Agriturismo Sor Ezio sfodera una prestazione tutta nervi ed orgoglio e riesce a recuperare in extremis una partita che sul parziale di 2 a 5 sembrava irrimediabilmente compromessa. Disastroso il primo tempo, ottima invece la reazione nel secondo tempo nonostante le numerose defezioni che hanno costretto l'Antrodoco a giocare in 5 tutta la partita. La nave barcolla ma non molla.


Per il Velinia andare nei paesi del cicolano porta bene: tre trasferte con altrettante vittorie. Certo il peso delle altre due (Salto Cicolano e Capradosso) è stato sicuramente maggiore per la diversa posizione in classifica, ma è altrettanto vero che anche la vittoria con il Sant’Elpidio porta gli stessi tre punti, ora manca solo una trasferta in quei luoghi: Pescorocchiano e speriamo che la tradizione di quest anno possa continuare. La partita di ieri, giocata nel campo “neutro” di Corvaro per indisponibilità dell’impianto idrico del campo dei padroni di casa, ha visto un Velinia subito molto volitivo, per niente assillato dall’idea di dover fare risultato per forza, e la squadra così è riuscita ad esprimersi su buoni livelli, contro un avversario oggettivamente mai pericoloso se non con un’unica azione sullo 0 a 0. La squadra di mister Sinibaldi ha preso poi il largo con un bel goal di Graziani ed un secondo goal del rientrante Grassi su un errato rinvio del portiere. Il terzo goal è arrivato nel secondo tempo sull’asse Faina- Graziani con finalizzazione di quest ultimo, nel mezzo tante occasioni sprecate che avrebbero potuto chiudere prima la partita. Sul finale un goal per i padroni di casa con un bel tiro da fuori che pero non riaccende una partita diretta e comandata dal Velinia. Questa squadra appare sempre più consapevole della propria forza, i giocatori sanno che finchè rimangono concentrati e finchè danno in campo il 100% pochi sono gli avversari che gli tengono testa, dietro il reparto difensivo è di assoluta sicurezza e si colloca al settimo posto come miglior difesa tra tutti i gironi di seconda categoria del Lazio, davanti abbiamo una media superiore ai due gol a partita ed un reparto che sembra rigenerato grazie anche ai ritorni di Naji e Grassi e in mezzo al campo tanta sostanza e qualità. Ora ci aspettano tre partite in una settimana che diranno sicuramente tanto in chiave campionato: affrontiamole con la massima grinta e determinazione!! ANCORA UNA VOLTA….FORZA VELINIA!!
Un ultimo saluto al nostro mister che questa settimana diventerà papà per la seconda volta: TANTI AUGURI DA SQUADRA E SOCIETA’!!

Sant'Elpidio-Velinia 1-3

Per il Velinia andare nei paesi del cicolano porta bene: tre trasferte con altrettante vittorie. Certo il peso delle altre due (Salto Cicolano e Capradosso) è stato sicuramente maggiore per la diversa posizione in classifica, ma è altrettanto vero che anche la vittoria con il Sant’Elpidio porta gli stessi tre punti, ora manca solo una trasferta in quei luoghi: Pescorocchiano e speriamo che la tradizione di quest anno possa continuare. La partita di ieri, giocata nel campo “neutro” di Corvaro per indisponibilità dell’impianto idrico del campo dei padroni di casa, ha visto un Velinia subito molto volitivo, per niente assillato dall’idea di dover fare risultato per forza, e la squadra così è riuscita ad esprimersi su buoni livelli, contro un avversario oggettivamente mai pericoloso se non con un’unica azione sullo 0 a 0. La squadra di mister Sinibaldi ha preso poi il largo con un bel goal di Graziani ed un secondo goal del rientrante Grassi su un errato rinvio del portiere. Il terzo goal è arrivato nel secondo tempo sull’asse Faina- Graziani con finalizzazione di quest ultimo, nel mezzo tante occasioni sprecate che avrebbero potuto chiudere prima la partita. Sul finale un goal per i padroni di casa con un bel tiro da fuori che pero non riaccende una partita diretta e comandata dal Velinia. Questa squadra appare sempre più consapevole della propria forza, i giocatori sanno che finchè rimangono concentrati e finchè danno in campo il 100% pochi sono gli avversari che gli tengono testa, dietro il reparto difensivo è di assoluta sicurezza e si colloca al settimo posto come miglior difesa tra tutti i gironi di seconda categoria del Lazio, davanti abbiamo una media superiore ai due gol a partita ed un reparto che sembra rigenerato grazie anche ai ritorni di Naji e Grassi e in mezzo al campo tanta sostanza e qualità. Ora ci aspettano tre partite in una settimana che diranno sicuramente tanto in chiave campionato: affrontiamole con la massima grinta e determinazione!! ANCORA UNA VOLTA….FORZA VELINIA!! Un ultimo saluto al nostro mister che questa settimana diventerà papà per la seconda volta: TANTI AUGURI DA SQUADRA E SOCIETA’!!


Cocente sconfitta contro I'm the One per 6 a 3 e caduta di stile per un Antrodoco calcio a 5 impegnato piu' a fare un regolamento interno di conti che a giocarsi fino in fondo la partita. Onore agli avversari che sono riusciti a mettere a nudo i numerosi difetti di una squadra ben lontana dalla squadra umile, battaglierà e mai doma dell'inizio stagione. Si può anche perdere una partita, sia chiaro, ma non nei modi e nel vergognoso spettacolo messo in campo ieri sera e soprattutto non si possono vincere tutte le partite per mascherare vecchi rancori che andrebbero risolti e chiariti in altri contesti.

Antrodoco perde partita e faccia in una gara da dimenticare in fretta

Cocente sconfitta contro I'm the One per 6 a 3 e caduta di stile per un Antrodoco calcio a 5 impegnato piu' a fare un regolamento interno di conti che a giocarsi fino in fondo la partita. Onore agli avversari che sono riusciti a mettere a nudo i numerosi difetti di una squadra ben lontana dalla squadra umile, battaglierà e mai doma dell'inizio stagione. Si può anche perdere una partita, sia chiaro, ma non nei modi e nel vergognoso spettacolo messo in campo ieri sera e soprattutto non si possono vincere tutte le partite per mascherare vecchi rancori che andrebbero risolti e chiariti in altri contesti.


Grande prova di maturità dell'Antrodoco c5 che si impone per 4 a 2 su un Poggio Perugino volitivo e mai domo. Un camaleontico Antrodoco riesce a superare con la voglia e la determinazione necessaria le insidie tese dall'espertissima squadra avversaria adattandosi e contrastando efficacemente le numerose mosse tattiche della squadra avversaria. Parafrasando alcune frasi del passato

Poggio Perugino - Antrodoco 2-4

Grande prova di maturità dell'Antrodoco c5 che si impone per 4 a 2 su un Poggio Perugino volitivo e mai domo. Un camaleontico Antrodoco riesce a superare con la voglia e la determinazione necessaria le insidie tese dall'espertissima squadra avversaria adattandosi e contrastando efficacemente le numerose mosse tattiche della squadra avversaria. Parafrasando alcune frasi del passato "l'importante è avercela la gioventù" e la freschezza atletica che alla fine viene fuori sempre e comunque. Tra tutti è da registrare l'ottima la prova del portiere De Silvestri e dei laterali Di Loreto e Cattani.


l'Antrodoco calcio a 5 batte 10 a 4 il Cima d'Arme e va a caccia di nuovi record. In evidenza Paulucci e Colangeli che con 4 reti a testa consolidano la classifica cannonieri.

L'Antrodoco calcio a 5 fa la corsa in solitario

l'Antrodoco calcio a 5 batte 10 a 4 il Cima d'Arme e va a caccia di nuovi record. In evidenza Paulucci e Colangeli che con 4 reti a testa consolidano la classifica cannonieri.


Senza infamia e senza lode e con qualche sbavatura di troppo l'Antrodoco calcio a 5 porta a casa una vittoria il cui risultato, scontato alla vigilia, si è rivelato molto piu' complicato da raggiungere di quanto dica il punteggio. I Complimenti vanno al Villa Reatina che rispetto alla gara di andata ha fatto vedere dei progressi notevoli dal punto di vista del gioco e dell'organizzazione di squadra.

Villa Reatina - Antrodoco c5 7 - 15

Senza infamia e senza lode e con qualche sbavatura di troppo l'Antrodoco calcio a 5 porta a casa una vittoria il cui risultato, scontato alla vigilia, si è rivelato molto piu' complicato da raggiungere di quanto dica il punteggio. I Complimenti vanno al Villa Reatina che rispetto alla gara di andata ha fatto vedere dei progressi notevoli dal punto di vista del gioco e dell'organizzazione di squadra.


Oggi alla bombonera il Velinia ottiene il massimo col minimo sforzo. La partita che poteva risultare scontata all’inizio, si è rivelata più dura del previsto, e la squadra di casa è incappata in una brutta giornata, è apparsa un po’ troppo nervosa e si sa che il nervosismo nello sport è un cattivo compagno di viaggio. Il vantaggio è arrivato nel secondo tempo da una punizione di Alonzi che il portiere non ha saputo respingere, dopo un primo tempo avaro di emozioni. La vittoria è un traguardo da conquistare ogni domenica con la corsa, il sacrificio, la voglia di vincere, l’umiltà e la concentrazione, ed oggi al Velinia mancavano più d’una di queste qualità. Il campionato è ancora lungo, dobbiamo correre ancora molto e soprattutto non dobbiamo e non possiamo sentirci mai appagati!!   Detto questo dobbiamo però essere contenti di trovarci da soli al primo posto, grazie al pareggio esterno di Ginestra,  e grazie soprattutto e ci tengo a sottolinearlo alle 6 vittorie ed un pareggio nelle ultime 7 partite, ruolino di marcia che nessun altra squadra ha saputo tenere!!!!  Da sottolineare oggi anche le belle prove dei due esordienti  Papola e Sulpizi. Ragazzi siamo un gran bel gruppo….continuiamo ad aiutarci e diventiamo sempre più grandi!!!!FORZA VELINIA!!

VELINIA-CITTADUCALE 1-0

Oggi alla bombonera il Velinia ottiene il massimo col minimo sforzo. La partita che poteva risultare scontata all’inizio, si è rivelata più dura del previsto, e la squadra di casa è incappata in una brutta giornata, è apparsa un po’ troppo nervosa e si sa che il nervosismo nello sport è un cattivo compagno di viaggio. Il vantaggio è arrivato nel secondo tempo da una punizione di Alonzi che il portiere non ha saputo respingere, dopo un primo tempo avaro di emozioni. La vittoria è un traguardo da conquistare ogni domenica con la corsa, il sacrificio, la voglia di vincere, l’umiltà e la concentrazione, ed oggi al Velinia mancavano più d’una di queste qualità. Il campionato è ancora lungo, dobbiamo correre ancora molto e soprattutto non dobbiamo e non possiamo sentirci mai appagati!! Detto questo dobbiamo però essere contenti di trovarci da soli al primo posto, grazie al pareggio esterno di Ginestra, e grazie soprattutto e ci tengo a sottolinearlo alle 6 vittorie ed un pareggio nelle ultime 7 partite, ruolino di marcia che nessun altra squadra ha saputo tenere!!!! Da sottolineare oggi anche le belle prove dei due esordienti Papola e Sulpizi. Ragazzi siamo un gran bel gruppo….continuiamo ad aiutarci e diventiamo sempre più grandi!!!!FORZA VELINIA!!


As Velinia batte per 1 a 0 il Cittaducale e vola in vetta


L'Antrodoco calcio a 5 rincomincia da dove aveva lasciato battendo ancora una volta una delle squadre piu' accreditate per la vittoria finale e la relega a distanza di sicurezza.

Antrodoco c5 - Ristorante Da Tonino 8 - 7

L'Antrodoco calcio a 5 rincomincia da dove aveva lasciato battendo ancora una volta una delle squadre piu' accreditate per la vittoria finale e la relega a distanza di sicurezza.


Finisce il ciclo terribile per la squadra antrodocana che durava ormai da quasi 2 mesi, e forse Domenica più che mai il Velinia ha risentito dello sforzo profuso in questo periodo: obiettivamente la squadra di casa ha giocato meglio ed ha imposto il proprio gioco, mentre il Velinia ha lasciato giocare gli avversari e si è affidata al contropiede. Ancora una volta però la grande concentrazione di tutta la squadra  ed una grande prova nella fase difensiva hanno permesso di portare a casa un risultato importantissimo. Con questa partita si chiude la prima fase del campionato, il cui giudizio è senza dubbio estremamente positivo, e se ne apre una seconda che sarà caratterizzata da un paio di mesi senza sfide al vertice. Saranno 2 mesi importanti nei quali il Velinia dovrà provare a consolidare il primato in classifica per presentarsi ad aprile con le carte in regola per riuscire a vincere questo campionato. Perciò è di fondamentale importanza riuscire sin da ora a ricaricare le batterie fisiche e mentali…….ABBIAMO DIMOSTRATO DI POTER MERITARE IL PRIMO POSTO…..ORA  DIMOSTRIAMO DI SAPERLO CONSERVARE!!FORZA VELINIA!

GINESTRA-VELINIA 1-1

Finisce il ciclo terribile per la squadra antrodocana che durava ormai da quasi 2 mesi, e forse Domenica più che mai il Velinia ha risentito dello sforzo profuso in questo periodo: obiettivamente la squadra di casa ha giocato meglio ed ha imposto il proprio gioco, mentre il Velinia ha lasciato giocare gli avversari e si è affidata al contropiede. Ancora una volta però la grande concentrazione di tutta la squadra ed una grande prova nella fase difensiva hanno permesso di portare a casa un risultato importantissimo. Con questa partita si chiude la prima fase del campionato, il cui giudizio è senza dubbio estremamente positivo, e se ne apre una seconda che sarà caratterizzata da un paio di mesi senza sfide al vertice. Saranno 2 mesi importanti nei quali il Velinia dovrà provare a consolidare il primato in classifica per presentarsi ad aprile con le carte in regola per riuscire a vincere questo campionato. Perciò è di fondamentale importanza riuscire sin da ora a ricaricare le batterie fisiche e mentali…….ABBIAMO DIMOSTRATO DI POTER MERITARE IL PRIMO POSTO…..ORA DIMOSTRIAMO DI SAPERLO CONSERVARE!!FORZA VELINIA!


Antrodoco c5 batte Ristorante Tonino e vola in finale di coppa

L'Antrodoco Calcio a 5 batte per 4 a 3 il Ristorante Tonino, si conferma squadra di rango e approda alla finale di coppa uisp che si disputerà a fine stagione. Una gara tranquilla senza particolari acuti consente alla compagine antrodocana di centrare i primo obiettivo della stagione e cioè la finale di coppa uisp. A rovinare la festa l'infortunio di Blasetti che esce dal campo con una caviglia malconcia.


Prova maiuscola dell'Antrodoco calcio a 5 che contro Planet365 ha sfoderato
una prestazione sfacciata e determinata al di là di ogni piu' rosea aspettativa.
Dopo una partita affrontata a viso aperto e senza timore reverenziale (ricordo che la squadra avversaria è la detentrice del titolo) si impone ai rigori con una freddezza realizzativa da giocatori navigati.
I detrattori che parlavano di una squadra troppo giovane e inesperta sono stati accontetati,
ciò non vuol dire che i problemi sono stati tutti risolti e che improvvisamente l'Antrodoco calcio a 5
è diventata la squadra da battere, ma semplicemente che ha tutte le carte in regola per concorrere alla vittoria finale. 
Il prossimo incontro farà da cartina di tornasole per capire se la prova di ieri è stato un episodio
oppure semplicemente la normalità.
Euforico il Presidente  rimasto impressionato e sorpreso da un secondo tempo a dir poco devastrante,
c'è ancora molto da fare ma la squadra imboccata sembra quella giusta, e il mix giovani e veterani sembra essere la ricetta giusta che tiene la compagine di Antrodoco comunque ai vertici del calcetto provinciale.

Antrodoco calcio a 5 accede alle semifinali di coppa uisp

Prova maiuscola dell'Antrodoco calcio a 5 che contro Planet365 ha sfoderato una prestazione sfacciata e determinata al di là di ogni piu' rosea aspettativa. Dopo una partita affrontata a viso aperto e senza timore reverenziale (ricordo che la squadra avversaria è la detentrice del titolo) si impone ai rigori con una freddezza realizzativa da giocatori navigati. I detrattori che parlavano di una squadra troppo giovane e inesperta sono stati accontetati, ciò non vuol dire che i problemi sono stati tutti risolti e che improvvisamente l'Antrodoco calcio a 5 è diventata la squadra da battere, ma semplicemente che ha tutte le carte in regola per concorrere alla vittoria finale. Il prossimo incontro farà da cartina di tornasole per capire se la prova di ieri è stato un episodio oppure semplicemente la normalità. Euforico il Presidente rimasto impressionato e sorpreso da un secondo tempo a dir poco devastrante, c'è ancora molto da fare ma la squadra imboccata sembra quella giusta, e il mix giovani e veterani sembra essere la ricetta giusta che tiene la compagine di Antrodoco comunque ai vertici del calcetto provinciale.


Altra meravigliosa giornata quella vissuta dai ragazzi di mister Sinibaldi a Capradosso: questo Velinia non vuole più fermarsi. Un sole inaspettato ha fatto da cornice ad una gara affrontata con estrema serenità, appartenente a chi è consapevole delle proprie potenzialità, a chi sa aspettare, a chi sa colpire al momento giusto, a chi sa soffrire senza mai perdere la testa. Oggi il Velinia ha dimostrato ancora una volta di essere una squadra umile ma sicura di sé e il film della partita può essere rappresentato dalla figura di un pugile che, come nei più bei film di Rocky, prende cazzotti su cazzotti, li incassa senza mai cadere, sembra ogni tanto cedere ma la sua fierezza ed il suo orgoglio lo portano sempre a guardare negli occhi il proprio avversario, a rispettarlo ma non temerlo, consapevole che lo sfidante può continuare a colpirlo quanto vuole ma l’ultimo colpo, prima o poi, sarà proprio lui a sferrarlo. Erano ben 3 anni che la squadra di casa non perdeva nel proprio campo, questo solo per dare un’idea dell’importanza della partita di oggi e del messaggio che è stato inviato a tutte le rivali. Ragazzi stiamo facendo qualcosa di grande, continuiamo su questa strada……FORZA VELINIA

Capradosso-Velinia 0-1

Altra meravigliosa giornata quella vissuta dai ragazzi di mister Sinibaldi a Capradosso: questo Velinia non vuole più fermarsi. Un sole inaspettato ha fatto da cornice ad una gara affrontata con estrema serenità, appartenente a chi è consapevole delle proprie potenzialità, a chi sa aspettare, a chi sa colpire al momento giusto, a chi sa soffrire senza mai perdere la testa. Oggi il Velinia ha dimostrato ancora una volta di essere una squadra umile ma sicura di sé e il film della partita può essere rappresentato dalla figura di un pugile che, come nei più bei film di Rocky, prende cazzotti su cazzotti, li incassa senza mai cadere, sembra ogni tanto cedere ma la sua fierezza ed il suo orgoglio lo portano sempre a guardare negli occhi il proprio avversario, a rispettarlo ma non temerlo, consapevole che lo sfidante può continuare a colpirlo quanto vuole ma l’ultimo colpo, prima o poi, sarà proprio lui a sferrarlo. Erano ben 3 anni che la squadra di casa non perdeva nel proprio campo, questo solo per dare un’idea dell’importanza della partita di oggi e del messaggio che è stato inviato a tutte le rivali. Ragazzi stiamo facendo qualcosa di grande, continuiamo su questa strada……FORZA VELINIA


Antrodoco c5 - Pizzeria Le Lumiere 13 - 2

Tutto come previsto il risultato dell'Antrodoco calcio a 5 che gioca sul velluto e impone la legge del piu' forte con un sonoro 13 a 2 contro la Pizzeria Le Lumiere. Si conclude cosi il girone di andata con i risultati che vanno al di là di ogni piu' rosea aspettativa, i giovani che hanno mostrato sin dall'inizio di che pasta sono fatti e la vecchia guardia sempre pronta a colmare eventuali problemi di inesperienza. Si accede cosi di diritto e con il miglior piazzamento possibile alla coppa uisp, consapevoli che è l'occasione per fare ulteriore esperienza e capire limiti ed eventuali margini di miglioramento.


Risultato secco ad Antrodoco, il Velinia ricomincia da dove aveva lasciato. La squadra di casa è scesa in campo subito molto motivata e concentrata e per gli avversari è stata dura sin dall’inizio. I primi due goals sono arrivati entrambi dai piedi di un superbo Colangeli nella prima fase di gara. Il Leonessa ha tentato di reagire ed ha provato ad affacciarsi nella metà campo avversaria, ma tutto il suo gioco si è concretizzato con un solo tiro in porta, tra l’altro di testa su calco d’angolo, in tutto l’arco della partita. Gran bella partita quella della squadra di casa, che pure quando il risultato era ormai in cassaforte ha continuato a monopolizzare il gioco mostrando grande rispetto per gli avversari e dimostrando grande maturità nell’amministrare il risultato. Il terzo goal è poi arrivato su punizione di Faina. Con questa partita sono 4 le vittorie di fila per un Velinia che è tornato di nuovo in testa alla classifica a pari punti con Ginestra che invece colleziona il secondo pareggio consecutivo. Ora ci aspettano 2 partite molto impegnative, entrambe fuori casa, con Capradosso e poi lo scontro con Ginestra. Al termine di queste due gare sapremo qualcosa in più sul futuro di questo campionato……oggi abbiamo ripreso dopo un paio di mesi la vetta: NON ABBANDONIAMOLA  PIU’!!

Velinia-Leonessa 3-0

Risultato secco ad Antrodoco, il Velinia ricomincia da dove aveva lasciato. La squadra di casa è scesa in campo subito molto motivata e concentrata e per gli avversari è stata dura sin dall’inizio. I primi due goals sono arrivati entrambi dai piedi di un superbo Colangeli nella prima fase di gara. Il Leonessa ha tentato di reagire ed ha provato ad affacciarsi nella metà campo avversaria, ma tutto il suo gioco si è concretizzato con un solo tiro in porta, tra l’altro di testa su calco d’angolo, in tutto l’arco della partita. Gran bella partita quella della squadra di casa, che pure quando il risultato era ormai in cassaforte ha continuato a monopolizzare il gioco mostrando grande rispetto per gli avversari e dimostrando grande maturità nell’amministrare il risultato. Il terzo goal è poi arrivato su punizione di Faina. Con questa partita sono 4 le vittorie di fila per un Velinia che è tornato di nuovo in testa alla classifica a pari punti con Ginestra che invece colleziona il secondo pareggio consecutivo. Ora ci aspettano 2 partite molto impegnative, entrambe fuori casa, con Capradosso e poi lo scontro con Ginestra. Al termine di queste due gare sapremo qualcosa in più sul futuro di questo campionato……oggi abbiamo ripreso dopo un paio di mesi la vetta: NON ABBANDONIAMOLA PIU’!!


Partita molto piu' ostica di quanto il risultato possa far pensare, l'esito dell'incontro è rimasto incerto fino a 5 minuti dalla fine sul risultato di 6 a 5 per l'Antrodoco e con un salvataggio in extremis di Cattani. Un Belmonte rapido e combattivo ha tenuto sulle spine l'Antrodoco che non ha saputo chiudere la partita quando poteva sciupando troppo sotto rete e si è ritrovato a lottare nel finale per portare a casa i tre punti che gli assicurano con una giornata di anticipo il primo posto nel girone di andata. Per il resto sorprende come una squadra agile, giovane e veloce come il Belmonte possa abitare i piani bassi della classifica.

Belmonte 5 - Antrodoco c5 10

Partita molto piu' ostica di quanto il risultato possa far pensare, l'esito dell'incontro è rimasto incerto fino a 5 minuti dalla fine sul risultato di 6 a 5 per l'Antrodoco e con un salvataggio in extremis di Cattani. Un Belmonte rapido e combattivo ha tenuto sulle spine l'Antrodoco che non ha saputo chiudere la partita quando poteva sciupando troppo sotto rete e si è ritrovato a lottare nel finale per portare a casa i tre punti che gli assicurano con una giornata di anticipo il primo posto nel girone di andata. Per il resto sorprende come una squadra agile, giovane e veloce come il Belmonte possa abitare i piani bassi della classifica.


Natale a Corvaro. No, non è un nuovo film di De Sica, ma è il regalo che il Velinia ha deciso di farsi per queste feste. Descrivere con parole le emozioni di questa giornata non è affatto semplice, ma di fatto è innegabile il continuo progresso sia a livello calcistico che caratteriale, che questa squadra ha dimostrato in questi primi 3 mesi. Ed oggi a prevalere è stato sicuramente l’aspetto caratteriale, a fronte di una squadra avversaria molto ben organizzata che per lunghi tratti ha messo sotto la squadra ospite, il Velinia ha reagito con una calma propria delle squadre dotate di grande esperienza, consapevole della difficile trasferta e di un campo con le cui caratteristiche non è abituata a giocare. Ha aspettato l’avversario, l’ha fatto sfogare, l’ha fatto correre affidandosi al contropiede come arma vincente; il Salto Cicolano ha sbattuto tutta la partita contro la difesa del Velinia, insuperabile, ed oggi ha conquistato anche il primato come miglior difesa del campionato. E’ stato sul finire della gara, che, da una punizione battuta da De Sanctis da centrocampo, e grazie alla sponda di Rosati, Faina liberato in area tirava sul palo interno e vedeva la palla correre sulla linea della porta per poi finire in rete grazie all’appoggio di Alonzi. VITTORIA!!. Ad onor del vero c’è da dire che forse un pareggio sarebbe stato più giusto, ma il comportamento dei giocatori di casa alla fine della partita, dimostra l’inadeguatezza del Salto Cicolano a poter esser definita una squadra di calcio, e devono ritenersi, a conclusione di tutto, sufficientemente contenti se oggi hanno perso solo la partita e non altre cose che servono per il prosieguo del campionato. Nello sport prima dei risultati servono altri valori, senza i quali anche le vittorie perdono di significato, ed oggi il Salto cicolano ha mostrato l’aspetto più brutto del calcio. Bisogna perciò essere orgogliosi di questo Velinia che non è mai cascato nella trappola dell’avversario, ha sempre tenuta alta la concentrazione e le lacune nel gioco ha saputo mitigarle con un grande carattere, il cuore ha fatto poi la differenza e la “legna” è stata la sostanza della partita. Pensiamo ora a passare delle buone feste ed a ricaricare le batterie per altri 4 mesi di battaglie, da affrontare una per volta e sempre a testa alta….AUGURI A TUTTI!!

Salto cicolano-Velinia 0-1

Natale a Corvaro. No, non è un nuovo film di De Sica, ma è il regalo che il Velinia ha deciso di farsi per queste feste. Descrivere con parole le emozioni di questa giornata non è affatto semplice, ma di fatto è innegabile il continuo progresso sia a livello calcistico che caratteriale, che questa squadra ha dimostrato in questi primi 3 mesi. Ed oggi a prevalere è stato sicuramente l’aspetto caratteriale, a fronte di una squadra avversaria molto ben organizzata che per lunghi tratti ha messo sotto la squadra ospite, il Velinia ha reagito con una calma propria delle squadre dotate di grande esperienza, consapevole della difficile trasferta e di un campo con le cui caratteristiche non è abituata a giocare. Ha aspettato l’avversario, l’ha fatto sfogare, l’ha fatto correre affidandosi al contropiede come arma vincente; il Salto Cicolano ha sbattuto tutta la partita contro la difesa del Velinia, insuperabile, ed oggi ha conquistato anche il primato come miglior difesa del campionato. E’ stato sul finire della gara, che, da una punizione battuta da De Sanctis da centrocampo, e grazie alla sponda di Rosati, Faina liberato in area tirava sul palo interno e vedeva la palla correre sulla linea della porta per poi finire in rete grazie all’appoggio di Alonzi. VITTORIA!!. Ad onor del vero c’è da dire che forse un pareggio sarebbe stato più giusto, ma il comportamento dei giocatori di casa alla fine della partita, dimostra l’inadeguatezza del Salto Cicolano a poter esser definita una squadra di calcio, e devono ritenersi, a conclusione di tutto, sufficientemente contenti se oggi hanno perso solo la partita e non altre cose che servono per il prosieguo del campionato. Nello sport prima dei risultati servono altri valori, senza i quali anche le vittorie perdono di significato, ed oggi il Salto cicolano ha mostrato l’aspetto più brutto del calcio. Bisogna perciò essere orgogliosi di questo Velinia che non è mai cascato nella trappola dell’avversario, ha sempre tenuta alta la concentrazione e le lacune nel gioco ha saputo mitigarle con un grande carattere, il cuore ha fatto poi la differenza e la “legna” è stata la sostanza della partita. Pensiamo ora a passare delle buone feste ed a ricaricare le batterie per altri 4 mesi di battaglie, da affrontare una per volta e sempre a testa alta….AUGURI A TUTTI!!


Tutto come previsto nel testacoda della 11 giornata del girone rosso dove l'Antrodoco calcio a 5 si sbarazza della Stema Controsoffitti con un perentorio 18 a 0. Tutto troppo facile con lo Stema Controsoffitti che non è riuscito ad arginare per nulla lo strapotere della compagine antrodocana.

Antrodoco calcio a 5 liquida la pratica Stema Controsoffitti

Tutto come previsto nel testacoda della 11 giornata del girone rosso dove l'Antrodoco calcio a 5 si sbarazza della Stema Controsoffitti con un perentorio 18 a 0. Tutto troppo facile con lo Stema Controsoffitti che non è riuscito ad arginare per nulla lo strapotere della compagine antrodocana.


Velinia-Pescorocchiano 2-1

Domenica è stato un giorno particolare per il Velinia. Al di là della vittoria, interpretando il pensiero di tutta la squadra, vorrei dedicare questo risultato ad una persona che purtroppo è ormai un anno che non ci accompagna più nelle trasferte, nelle partite in casa, agli allenamenti e alle cene, che non ci stimola più dalla panchina o dalla tribuna, che non ci trascina più verso la vittoria, e che, con i suoi modi, ci ha trasmesso i veri valori del calcio……..grazie SERGIO, non potremo mai dimenticarti, ed è il tuo ricordo, oggi, che ci da ogni domenica più forza che mai. QUESTA VITTORIA E’ PER TE.


Smaltita la recente sconfitta con i cugini del FriendsBar, l'Antrodoco calcio a 5 rialza la testa e lo fa infliggendo una pesante sconfitta per 7 a 0 a Pizzeria Reate, avversario di tutto rispetto che stazione sui piani alti della classifica. C'era bisogno di una prova di forza per dissipare i dubbi nati dopo la prima sconfitta stagionale e prova di forza è stata. Il fossato scavato tra l'Antrodoco e le seconde comincia ora ad assumere l'entità dei grandi numeri e consente di guardare avanti con rinnovato ottimismo.

Pizzeria Reate - Antrodoco 0-7 : riparte la corsa in solitario

Smaltita la recente sconfitta con i cugini del FriendsBar, l'Antrodoco calcio a 5 rialza la testa e lo fa infliggendo una pesante sconfitta per 7 a 0 a Pizzeria Reate, avversario di tutto rispetto che stazione sui piani alti della classifica. C'era bisogno di una prova di forza per dissipare i dubbi nati dopo la prima sconfitta stagionale e prova di forza è stata. Il fossato scavato tra l'Antrodoco e le seconde comincia ora ad assumere l'entità dei grandi numeri e consente di guardare avanti con rinnovato ottimismo.


Domenica di forti emozioni nel campo del Montenero, mister Sinibaldi può essere veramente soddisfatto della prova dei suoi ragazzi. Il Velinia arrivava infatti dalla cocente sconfitta contro Podium, e la partita di ieri non si preannunciava affatto semplice, invece i ragazzi sono entrati subito in partita, hanno imposto il proprio ritmo ed hanno sfiorato nel primo tempo piu volte il vantaggio, concretizzatosi con una bella azione di Colangeli e Rosati condotta in porto proprio da quest’ultimo. Difesa alta e avversari schiacciati per tutta la prima parte della gara, pressing alto e idee chiare sono stati la trama del primo tempo, macchiato però dal fallo veramente ingenuo di Rosati sul portiere, che non solo gli è costato l’espulsione che ha anche costretto i propri compagni a giocare per tutto il secondo tempo in 10, ma che gli fara saltare la delicata partita interna con il Pescorocchiano. E’ però proprio il Velinia del secondo tempo la squadra che ogni tifoso vorrebbe sempre vedere, corsa, muscoli, polmoni, testa e cuore e per Montenero c’è stato molto poco da fare. Risultato?Avversari schiacciati anche nel secondo tempo nella loro tana ed occasioni vere per giungere al pareggio(a parte qualche mischia): 1, tra l’altro ottimamente parata da Guerrieri. Prima della sosta natalizia il campionato riserva due partite che possono dire molto sul futuro di questa squadra: forza Velinia dimostra una volta per tutte la tua FORZA. Per la delicata gara in casa di domenica mi sento di fare un appello ai tifosi: VENITE NUMEROSI A TIFARCI!!!!

Real Montenero - Velinia 0-1

Domenica di forti emozioni nel campo del Montenero, mister Sinibaldi può essere veramente soddisfatto della prova dei suoi ragazzi. Il Velinia arrivava infatti dalla cocente sconfitta contro Podium, e la partita di ieri non si preannunciava affatto semplice, invece i ragazzi sono entrati subito in partita, hanno imposto il proprio ritmo ed hanno sfiorato nel primo tempo piu volte il vantaggio, concretizzatosi con una bella azione di Colangeli e Rosati condotta in porto proprio da quest’ultimo. Difesa alta e avversari schiacciati per tutta la prima parte della gara, pressing alto e idee chiare sono stati la trama del primo tempo, macchiato però dal fallo veramente ingenuo di Rosati sul portiere, che non solo gli è costato l’espulsione che ha anche costretto i propri compagni a giocare per tutto il secondo tempo in 10, ma che gli fara saltare la delicata partita interna con il Pescorocchiano. E’ però proprio il Velinia del secondo tempo la squadra che ogni tifoso vorrebbe sempre vedere, corsa, muscoli, polmoni, testa e cuore e per Montenero c’è stato molto poco da fare. Risultato?Avversari schiacciati anche nel secondo tempo nella loro tana ed occasioni vere per giungere al pareggio(a parte qualche mischia): 1, tra l’altro ottimamente parata da Guerrieri. Prima della sosta natalizia il campionato riserva due partite che possono dire molto sul futuro di questa squadra: forza Velinia dimostra una volta per tutte la tua FORZA. Per la delicata gara in casa di domenica mi sento di fare un appello ai tifosi: VENITE NUMEROSI A TIFARCI!!!!


Antrodoco calcio a 5 bocciato all'esame di maturità. Nulla da dire un FriendsBar determinato mette alle corde l'antrodoco calcio a 5 infliggendogli il primo stop stagionale. Onore all'avversario ma quello che deve far riflettere è che in una partita di questo tipo sono i troppi errori grossolani, non si possono concedere 2 goal per ingenuità difensive e sotto porta in condizione di superiorità numerica la palla va buttata dentro. Per il resto si sapeva che l'unica squadra che poteva battere l'Antrodoco era il FriendsBar e cosi è stato. C'è tempo per smaltire la sconfitta, riordinare le idee e riprendere il cammino. Se servono le sconfitte per crescere facciamo allora tesoro delle indicazioni scaturite da questo incontro, non dimenticando di essere come e sempre soli in vetta con ampi margini di manovra.

Antrodoco perde 2-5 contro il FriendsBar

Antrodoco calcio a 5 bocciato all'esame di maturità. Nulla da dire un FriendsBar determinato mette alle corde l'antrodoco calcio a 5 infliggendogli il primo stop stagionale. Onore all'avversario ma quello che deve far riflettere è che in una partita di questo tipo sono i troppi errori grossolani, non si possono concedere 2 goal per ingenuità difensive e sotto porta in condizione di superiorità numerica la palla va buttata dentro. Per il resto si sapeva che l'unica squadra che poteva battere l'Antrodoco era il FriendsBar e cosi è stato. C'è tempo per smaltire la sconfitta, riordinare le idee e riprendere il cammino. Se servono le sconfitte per crescere facciamo allora tesoro delle indicazioni scaturite da questo incontro, non dimenticando di essere come e sempre soli in vetta con ampi margini di manovra.


AMAREZZA……è questo il sentimento che regna all’indomani della bruciante sconfitta contro il Podium, sconfitta resa ancor più amara alla luce di una prestazione che, pur non essendo stata esaltante, come in altre gare, ha dimostrato che la squadra è all’altezza della situazione, tanto da andare a giocarsi la partita a viso aperto in un campo che storicamente è ostico, a fare la partita per lunghi tratti e rischiare addirittura di vincerla a pochi minuti dalla fine, con un colpo di testa su calcio d’angolo finito di poco a lato. Il primo tempo, chiuso sullo 0-0, ha visto due squadre vivaci che hanno combattuto per prevalere l’una sull’altra: un palo per gli avversari su calcio da fermo, ma due clamorose palle goal per la nostra squadra, la prima, sventata da una grande parata del portiere, e la seconda clamorosamente fallita sono la fotografia della prima parte di gara. Nella seconda frazione,la svolta, dopo che per due volte i padroni di casa bucano la nostra rete, il Velinia comincia a fare sul serio e mette sotto l’avversario agguantando il pareggio, prima con una bellissima azione finalizzata da Naji, e poi con un rigore di Alonzi, dato per una mano netta in area, nel frattempo c’era anche stato lo spazio per un palo pieno con una gran botta di Colangeli. E’ però nel secondo minuto di recupero che arriva la beffa: punizione molto discutibile appena fuori area, palla che prende la traversa rimbalza dentro l’area e attaccanti del Podium lesti ad infilare la palla in rete e partita finita. A questo punto ragazzi, a parte il risultato finale, la partita ha dimostrato che il Velinia c’è, c’è e si è visto: si è visto per tutto il primo tempo poiché ha avuto le occasioni migliori, si è visto nella ripresa, quando ha saputo reagire ai due goals subiti e raggiungere il pareggio, si è visto perché dopo il pareggio ha continuato ad attaccare anche quando le forze erano ormai al minimo rischiando di fare bottino pieno. Amici, ieri abbiamo perso solo una battaglia, ma prima di dichiarar persa la guerra ne dovrà passare del tempo….

podium-velinia 3-2

AMAREZZA……è questo il sentimento che regna all’indomani della bruciante sconfitta contro il Podium, sconfitta resa ancor più amara alla luce di una prestazione che, pur non essendo stata esaltante, come in altre gare, ha dimostrato che la squadra è all’altezza della situazione, tanto da andare a giocarsi la partita a viso aperto in un campo che storicamente è ostico, a fare la partita per lunghi tratti e rischiare addirittura di vincerla a pochi minuti dalla fine, con un colpo di testa su calcio d’angolo finito di poco a lato. Il primo tempo, chiuso sullo 0-0, ha visto due squadre vivaci che hanno combattuto per prevalere l’una sull’altra: un palo per gli avversari su calcio da fermo, ma due clamorose palle goal per la nostra squadra, la prima, sventata da una grande parata del portiere, e la seconda clamorosamente fallita sono la fotografia della prima parte di gara. Nella seconda frazione,la svolta, dopo che per due volte i padroni di casa bucano la nostra rete, il Velinia comincia a fare sul serio e mette sotto l’avversario agguantando il pareggio, prima con una bellissima azione finalizzata da Naji, e poi con un rigore di Alonzi, dato per una mano netta in area, nel frattempo c’era anche stato lo spazio per un palo pieno con una gran botta di Colangeli. E’ però nel secondo minuto di recupero che arriva la beffa: punizione molto discutibile appena fuori area, palla che prende la traversa rimbalza dentro l’area e attaccanti del Podium lesti ad infilare la palla in rete e partita finita. A questo punto ragazzi, a parte il risultato finale, la partita ha dimostrato che il Velinia c’è, c’è e si è visto: si è visto per tutto il primo tempo poiché ha avuto le occasioni migliori, si è visto nella ripresa, quando ha saputo reagire ai due goals subiti e raggiungere il pareggio, si è visto perché dopo il pareggio ha continuato ad attaccare anche quando le forze erano ormai al minimo rischiando di fare bottino pieno. Amici, ieri abbiamo perso solo una battaglia, ma prima di dichiarar persa la guerra ne dovrà passare del tempo….


Il Velinia torna a vincere tra le mura amiche,e lo fa con una prova convincente. L’avversario, seppur non irresistibile sulla carta, si è dimostrato più insidioso delle previsioni, e nella prima frazione di gara la formazione di casa non riesce mai a trovare lo spunto che avrebbe sbloccato la partita. Il filo conduttore del primo tempo  è stato  per larghissima parte lo stesso: Velinia costantemente nella metà campo avversaria senza però riuscire mai a trovare la via del goal, e un Montasola che affida alle ripartenze la propria trama offensiva, senza però riuscire a rendersi mai effettivamente pericoloso nell’area avversaria. Nel secondo tempo la storia si ripete sulla falsariga del primo, ma il Velinia che scende in campo è molto piu determinato, e quando i ritmi cominciano ad alzarsi poche sono le squadre che gli possono tener testa. Le continue scorribande nell’area degli ospiti si concretizzano con uno splendido goal di Graziani con un tiro da fuori dalla traiettoria insidiosa, è il goal che sblocca la partita; il Montasola a questo punto esce dalla propria tana e come una animale obbligato ad uscire dal proprio buco per cercare cibo viene divorato dal suo predatore che lo sta aspettando, così i ragazzi di mister Sinibaldi affondano 3 colpi in rapida successione: Colangeli, Naji, Colangeli. In questa partita la squadra antrodocana ha dimostrato di saper smaltire la sconfitta della domenica appena passata e di sapersi rimettere immediatamente in carreggiata: ora ci aspettano 2 gare fuori casa, molto insidiose, forza ragazzi, andiamo avanti per la nostra strada…..

Velinia-Montasola 4-0

Il Velinia torna a vincere tra le mura amiche,e lo fa con una prova convincente. L’avversario, seppur non irresistibile sulla carta, si è dimostrato più insidioso delle previsioni, e nella prima frazione di gara la formazione di casa non riesce mai a trovare lo spunto che avrebbe sbloccato la partita. Il filo conduttore del primo tempo è stato per larghissima parte lo stesso: Velinia costantemente nella metà campo avversaria senza però riuscire mai a trovare la via del goal, e un Montasola che affida alle ripartenze la propria trama offensiva, senza però riuscire a rendersi mai effettivamente pericoloso nell’area avversaria. Nel secondo tempo la storia si ripete sulla falsariga del primo, ma il Velinia che scende in campo è molto piu determinato, e quando i ritmi cominciano ad alzarsi poche sono le squadre che gli possono tener testa. Le continue scorribande nell’area degli ospiti si concretizzano con uno splendido goal di Graziani con un tiro da fuori dalla traiettoria insidiosa, è il goal che sblocca la partita; il Montasola a questo punto esce dalla propria tana e come una animale obbligato ad uscire dal proprio buco per cercare cibo viene divorato dal suo predatore che lo sta aspettando, così i ragazzi di mister Sinibaldi affondano 3 colpi in rapida successione: Colangeli, Naji, Colangeli. In questa partita la squadra antrodocana ha dimostrato di saper smaltire la sconfitta della domenica appena passata e di sapersi rimettere immediatamente in carreggiata: ora ci aspettano 2 gare fuori casa, molto insidiose, forza ragazzi, andiamo avanti per la nostra strada…..


Un Antrodoco non certo esaltante si aggiudica la partita contro l'Agriturismo Sor Ezio per 6 e 3 e viaggia punteggio pieno. Sarà il merito degli avversari che per quanto espresso in campo non meritano la posizione di bassa classifica occupata, sarà il fattore campo grande del Palamalfatti sta di fatto che l'Antrodoco calcio a 5 fatica per aggiudicarsi la gara contro Agriturismo Sor Ezio mai domo e ben messo in campo. A tenere a galla la baracca ci pensano Cattani, Di Loreto e Morgante con una prestazione senza fronzoli ma efficacissima. Deluso il Presidente Poscente che non si aspettava questa sera di dover soffrire tanto e con la mente già proiettata verso il prossimo incontro contro il Friends Bar, incontro che profuma di derby con tutte le suggestioni e pericoli che un derby può comportare.

Un abulico Antrodoco calcio a 5 soffre ma vince anche la 7°

Un Antrodoco non certo esaltante si aggiudica la partita contro l'Agriturismo Sor Ezio per 6 e 3 e viaggia punteggio pieno. Sarà il merito degli avversari che per quanto espresso in campo non meritano la posizione di bassa classifica occupata, sarà il fattore campo grande del Palamalfatti sta di fatto che l'Antrodoco calcio a 5 fatica per aggiudicarsi la gara contro Agriturismo Sor Ezio mai domo e ben messo in campo. A tenere a galla la baracca ci pensano Cattani, Di Loreto e Morgante con una prestazione senza fronzoli ma efficacissima. Deluso il Presidente Poscente che non si aspettava questa sera di dover soffrire tanto e con la mente già proiettata verso il prossimo incontro contro il Friends Bar, incontro che profuma di derby con tutte le suggestioni e pericoli che un derby può comportare. "Al di là della posto in classifica attualmente occupato dal Friends Bar il prossimo incontro rappresenta la vera prova di maturità di questa squadra" ribadisce il Mister.


La partita di Giovedi 24 Novembre si giocherà al Palamalfatti ore 20

Per problemi di logistica legati al concerto ACMA per Santa Cecilia la partita di calcetto Antrodoco Agriturismo da sor Ezio in calendario per Giovedi 24 Novembre ore 22.00 al Palazzetto si svolgerà sempre Giovedi 24 Novembre alle ore 20.00 presso il Palamalfatti.


Monteleone-Velinia 1-0

La lunga striscia di vittorie per l’undici di mister Sinibaldi si è arrestata domenica mattina nell’ostico campo di monteleone. Ogni gara, a prescindere dal risultato, porta con se elementi positivi e negativi che servono a valutare la situazione, analizzarla e porre rimedi laddove servano. Della gara di domenica però non c’è quasi niente da salvare, da qualsiasi angolazione si vuol vedere la partita, il giudizio che ne esce non è sicuramente positivo, la squadra è apparsa svogliata, disattenta, lenta nervosa e prevedibile. I perché possono essere tanti senza per questo cercare alcuna attenuante alla pessima prestazione, e gli aspetti negativi su cui lavorare sono già stati individuati dal mister ed in settimana verranno sicuramente affrontati. Il punteggio di 1 a 0 dimostra comunque una squadra, che, pur incappando in una delle sue più brutte prestazioni, è riuscita a tenere in bilico il risultato fino alla fine. Ora non bisogna fasciarsi la testa, non eravamo campioni ieri, non siamo “brocchi” oggi, anzi questa giornata è servita a farci tornare con i piedi per terra, consapevoli che solo l’umiltà e la grinta ogni domenica possono farci diventare grandi.Forza ragazzi,crediamoci…


L'Antrodoco si sbarazza per 7 a 5 di AimTheOne, spicca il volo e fa il vuoto dietro di sè. Il Presidente Poscente è euforico per questa squadra che ad oggi non ha ancora conosciuto battute d'arresto. Un plauso questa volta va alla vecchia guardia Faina e i due Mancini per la facilità con la quale hanno saputo leggere e gestire l'evolversi della partita. Del prosieguo del campionato che dire? Risultati alla mano (6 vittorie su 6 con la coppia Paulucci,Colangeli che va a braccetto in testa alla classifica cannonieri) la compagine di Antrodoco diventa la squadra da fermare per ridare interesse ad un girone che sembra avere trovato il proprio padrone.

Antrodoco calcio a 5 si sbarazza di AimTheOne per 7 a 5

L'Antrodoco si sbarazza per 7 a 5 di AimTheOne, spicca il volo e fa il vuoto dietro di sè. Il Presidente Poscente è euforico per questa squadra che ad oggi non ha ancora conosciuto battute d'arresto. Un plauso questa volta va alla vecchia guardia Faina e i due Mancini per la facilità con la quale hanno saputo leggere e gestire l'evolversi della partita. Del prosieguo del campionato che dire? Risultati alla mano (6 vittorie su 6 con la coppia Paulucci,Colangeli che va a braccetto in testa alla classifica cannonieri) la compagine di Antrodoco diventa la squadra da fermare per ridare interesse ad un girone che sembra avere trovato il proprio padrone.


QUESTO VELINIA NON SI FERMA PIU’…….sesta vittoria di fila; legge della “BOMBONERA” rispettata. Oggi però, a dispetto del risultato maturato tutto nel secondo tempo, la partita è stata maschia, combattuta in ogni centimetro, ogni zolla del campo rivoltata, ma alla fine i 18 leoni di mister Sinibaldi hanno portato a casa altri 3 punti. Il primo tempo è terminato 0-0 con 2 squadre che si sono affrontate a viso aperto senza mai prevalere l’una sull’altra; ma nel secondo tempo i ragazzi di casa sono scesi in campo più determinati, con la cattiveria agonistica giusta e gli sforzi iniziali hanno prodotto il gol su rigore di Faina(per fallo su Rosati). Questo episodio ha cambiato la partita: si sono aperte zone del campo fino ad allora nascoste dalla retroguardia avversaria e sono diventate preda delle scorribande degli attaccanti della squadra di casa, e nulla poteva la squadra ospite che, anche se con volontà, non è riuscita mai a tirare in porta nella seconda frazione di gara.Il secondo goal è arrivato da una punizione battuta magistralmente da centrocampo di nuovo da Faina mentre il terzo, in azione di contropiede,realizzato da S.Colangeli, una new entry(alla sua prima partita stagionale) destinata comunque a fare male alle difese avversarie nei prossimi tempi. Una giornata mite ed un pubblico che sta ritrovando la passione, dopo qualche annata sfortunata, sono state la cornice ad una giornata splendida.FORZA VELINIA!!!

Velinia - Nuova Casette 3 a 0 (Faina,Faina,Colangeli)

QUESTO VELINIA NON SI FERMA PIU’…….sesta vittoria di fila; legge della “BOMBONERA” rispettata. Oggi però, a dispetto del risultato maturato tutto nel secondo tempo, la partita è stata maschia, combattuta in ogni centimetro, ogni zolla del campo rivoltata, ma alla fine i 18 leoni di mister Sinibaldi hanno portato a casa altri 3 punti. Il primo tempo è terminato 0-0 con 2 squadre che si sono affrontate a viso aperto senza mai prevalere l’una sull’altra; ma nel secondo tempo i ragazzi di casa sono scesi in campo più determinati, con la cattiveria agonistica giusta e gli sforzi iniziali hanno prodotto il gol su rigore di Faina(per fallo su Rosati). Questo episodio ha cambiato la partita: si sono aperte zone del campo fino ad allora nascoste dalla retroguardia avversaria e sono diventate preda delle scorribande degli attaccanti della squadra di casa, e nulla poteva la squadra ospite che, anche se con volontà, non è riuscita mai a tirare in porta nella seconda frazione di gara.Il secondo goal è arrivato da una punizione battuta magistralmente da centrocampo di nuovo da Faina mentre il terzo, in azione di contropiede,realizzato da S.Colangeli, una new entry(alla sua prima partita stagionale) destinata comunque a fare male alle difese avversarie nei prossimi tempi. Una giornata mite ed un pubblico che sta ritrovando la passione, dopo qualche annata sfortunata, sono state la cornice ad una giornata splendida.FORZA VELINIA!!!


L'Antrodoco calcio a 5 non sbaglia un colpo e liquida con un perentorio 11 a 5 il malcapitato seppur volitivo Poggio Perugino nonostante l'infortunio del portiere Proietti abbia costretto il bomber Faina a cimentarci nell'inedito ruolo di portiere. Uno stratosferico Colangeli, autore di 5 goal, ha incanalato la partita sui binari della tranquillità e sicurezza spegnendo ogni velleità di vittoria del Poggio Perugino. Prende invece fiato il bomber Paulucci dopo le  esaltanti prestazioni a cui ci aveva abituato, autore quest'oggi di una sola rete che comunque gli consente di portare a 13 lo score nella classifica cannonieri. Se proprio vogliamo cercare qualche difetto lo dobbiamo ricercare sull'inopportuno quanto elevato numero di falli commessi e l'incapacità di interpretare a dovere le varie fasi della partita, problemi mascherati da un'ottima condizione fisica e voglia di non concedere nulla all'avversario qualunque sia il momento della partita. Peccati di gioventù di una squadra che comunque si ritrova prima e per giunta a punteggio pieno e che ,vista la giovane età, non può far altro che migliorare considerato che riesce a portare al goal con facilità tutti i giocatori.

Antrodoco calcio a 5 non perde un colpo

L'Antrodoco calcio a 5 non sbaglia un colpo e liquida con un perentorio 11 a 5 il malcapitato seppur volitivo Poggio Perugino nonostante l'infortunio del portiere Proietti abbia costretto il bomber Faina a cimentarci nell'inedito ruolo di portiere. Uno stratosferico Colangeli, autore di 5 goal, ha incanalato la partita sui binari della tranquillità e sicurezza spegnendo ogni velleità di vittoria del Poggio Perugino. Prende invece fiato il bomber Paulucci dopo le esaltanti prestazioni a cui ci aveva abituato, autore quest'oggi di una sola rete che comunque gli consente di portare a 13 lo score nella classifica cannonieri. Se proprio vogliamo cercare qualche difetto lo dobbiamo ricercare sull'inopportuno quanto elevato numero di falli commessi e l'incapacità di interpretare a dovere le varie fasi della partita, problemi mascherati da un'ottima condizione fisica e voglia di non concedere nulla all'avversario qualunque sia il momento della partita. Peccati di gioventù di una squadra che comunque si ritrova prima e per giunta a punteggio pieno e che ,vista la giovane età, non può far altro che migliorare considerato che riesce a portare al goal con facilità tutti i giocatori.


Il Velinia si conferma squadra di alta classifica. Nell’altopiano Borbontino i ragazzi di mister Sinibaldi affrontano una gara molto delicata contro una squadra che fino ad ora non aveva mai perso in casa. La partita nel primo tempo non decolla, è il Velinia però a tenere in mano le redini del gioco anche se non trova mai lo spunto vincente, se non nella punizione dell’ 1 a 0 finalizzata da una magistrale autorete (di testa sotto l’angolino della porta) del difensore locale. Nel secondo tempo la squadra di casa cerca di rendersi più pericolosa, l’allenatore inserisce una prima punta di ruolo, ma vere occasioni non vengono registrate. E’ invece il Velinia che, di contropiede, sfiora almeno 3-4 volte il gol della sicurezza. Il risultato finale non da scampo 1 a 0 (da segnalare oggi il ritorno in campo di Giuseppe Ciotti, da parte di tutti: bentornato Peppe!!). Questi i numeri di questa stagione finora stupenda: 5° vittoria di fila per il Velinia, 1° posto in classifica, 2° miglior difesa con 6 reti al passivo,  2° miglior attacco con 15 reti segnate (media di 2.5 reti a partita) e 3 vittorie su 3 partite in trasferta. Sta crescendo una squadra con sempre più consapevolezza dei propri mezzi….forza Velinia la strada è ancora lunga…..non mollare!!!

Il Velinia espugna Borbona e consolida la vetta

Il Velinia si conferma squadra di alta classifica. Nell’altopiano Borbontino i ragazzi di mister Sinibaldi affrontano una gara molto delicata contro una squadra che fino ad ora non aveva mai perso in casa. La partita nel primo tempo non decolla, è il Velinia però a tenere in mano le redini del gioco anche se non trova mai lo spunto vincente, se non nella punizione dell’ 1 a 0 finalizzata da una magistrale autorete (di testa sotto l’angolino della porta) del difensore locale. Nel secondo tempo la squadra di casa cerca di rendersi più pericolosa, l’allenatore inserisce una prima punta di ruolo, ma vere occasioni non vengono registrate. E’ invece il Velinia che, di contropiede, sfiora almeno 3-4 volte il gol della sicurezza. Il risultato finale non da scampo 1 a 0 (da segnalare oggi il ritorno in campo di Giuseppe Ciotti, da parte di tutti: bentornato Peppe!!). Questi i numeri di questa stagione finora stupenda: 5° vittoria di fila per il Velinia, 1° posto in classifica, 2° miglior difesa con 6 reti al passivo, 2° miglior attacco con 15 reti segnate (media di 2.5 reti a partita) e 3 vittorie su 3 partite in trasferta. Sta crescendo una squadra con sempre più consapevolezza dei propri mezzi….forza Velinia la strada è ancora lunga…..non mollare!!!


L'Antrodoco calcio a 5 si aggiudica anche la 4 di campionato imponendosi per 6 a 4 sul campo della malcapitata E.M.P.S e conduce a punteggio pieno il girone rosso del torneo uisp. A questo punto aumentano le credenziali della giovane squadre del Presidente Poscente.

Antrodoco calcio a 5 marcia inarrestabile

L'Antrodoco calcio a 5 si aggiudica anche la 4 di campionato imponendosi per 6 a 4 sul campo della malcapitata E.M.P.S e conduce a punteggio pieno il girone rosso del torneo uisp. A questo punto aumentano le credenziali della giovane squadre del Presidente Poscente.


ASFALTATI. Questa volta una sola parola basta a definire i contorni di una partita in cui il risultato non è mai stato messo in discussione.Sarà stato il fattore “bombonera”, sarà stata la timidezza degli avversari o la troppa forza del Velinia, fatto sta che i tifosi hanno visto in campo una sola squadra. Il primo tempo è stato un monologo rossoblu, solo un paio di occasioni neanche troppo nitide per gli avversari,per il resto solo Velinia, due gol all’attivo anche se il parziale poteva essere molto più pesante, gli attaccanti hanno mangiato goals a ripetizione altrimenti già nella prima frazione di gara la partita poteva considerarsi conclusa. Di naji e Graziani (goal splendido,tacco su cross di Papola) le reti nella prima metà. Nel secondo tempo il Velinia non ha ripetuto gli errori di domenica scorsa, ha mantenuto il pallino del gioco ed ha chiusa la partita ancora con Naji e Graziani, e poi una traversa, miracoli del portiere, scarsa precisione hanno evitato che il risultato sfociasse in un punteggio tennistico.  Forza Velinia continua così……

As Velinia batte 4 a 0 il Sant'Elpidio

ASFALTATI. Questa volta una sola parola basta a definire i contorni di una partita in cui il risultato non è mai stato messo in discussione.Sarà stato il fattore “bombonera”, sarà stata la timidezza degli avversari o la troppa forza del Velinia, fatto sta che i tifosi hanno visto in campo una sola squadra. Il primo tempo è stato un monologo rossoblu, solo un paio di occasioni neanche troppo nitide per gli avversari,per il resto solo Velinia, due gol all’attivo anche se il parziale poteva essere molto più pesante, gli attaccanti hanno mangiato goals a ripetizione altrimenti già nella prima frazione di gara la partita poteva considerarsi conclusa. Di naji e Graziani (goal splendido,tacco su cross di Papola) le reti nella prima metà. Nel secondo tempo il Velinia non ha ripetuto gli errori di domenica scorsa, ha mantenuto il pallino del gioco ed ha chiusa la partita ancora con Naji e Graziani, e poi una traversa, miracoli del portiere, scarsa precisione hanno evitato che il risultato sfociasse in un punteggio tennistico. Forza Velinia continua così……


L'Antrodoco calcio a 5 si impone 14 a 5 sul Cima D'arme e balza in vetta della Classifica del Girone Rosso. Paulucci Jacopo con 9 reti e Colangeli Simone con 7 salgono rispettivamente al primo e al secondo posto della classifica cannonieri.

Antrodoco calcio a 5 prende la vetta del girone Rosso

L'Antrodoco calcio a 5 si impone 14 a 5 sul Cima D'arme e balza in vetta della Classifica del Girone Rosso. Paulucci Jacopo con 9 reti e Colangeli Simone con 7 salgono rispettivamente al primo e al secondo posto della classifica cannonieri.


La partita Virtus 4 Strade - As Velinia finisce 2-3. Il Velinia scala la classifica.

As Velinia vince 3 a 2 sul campo della Virtus 4 Strade

La partita Virtus 4 Strade - As Velinia finisce 2-3. Il Velinia scala la classifica.


L'Antrodoco calcio a 5 si impone anche nella seconda di campionato contro un Villa Reatina reattivo e veloce per 9-5 dando prova di solidità e compattezza impensabile vista la giovane età dei suoi componenti.

Antrodoco calcio a 5 vince anche la seconda di campionato

L'Antrodoco calcio a 5 si impone anche nella seconda di campionato contro un Villa Reatina reattivo e veloce per 9-5 dando prova di solidità e compattezza impensabile vista la giovane età dei suoi componenti.


Antrodoco batte 6 a 5 Ristorante da Tonino

Un Antrodoco ringiovanito e comunque vincente si impone per 6 a 5 sul campo del Ristorante da Tonino, ottima e collaudata formazione che ricordiamo è arrivata alle semifinali lo scorso anno. Un' ottima prova di squadra se consideriamo che si è trattato della prima uscita della squadra in un torneo di un certo rilievo.


Vittoria importantissima per 3 a 0 del Velinia sul campo amico contro un Poggio San Lorenzo che, nonostante il primato in classifica, si e' rivelato ben poca cosa. Dopo un primo tempo di calma piatta ( a parte i goals di Graziani nei primi minuti e su autogoal rocambolesco sul finire del primo tempo) il Velinia è venuto fuori nel secondo tempo mostrando di poter amministrare in tutta tranquillità il doppio vantaggio e legittimando di fatto il risultato, fissato sul 3 a 0 da Rosati che appoggia in rete un ottimo traversone di De Santis. Migliori in campo De Sanctis e Graziani per la vivacità mostrata.
Dopo tre giornate si cominciano a delineare le caratteristiche di questo Velinia che fa fatica nel primo tempo ad imporre il proprio gioco e viene fuori alla distanza, senza accusare fino al 90° nessun tipo di flessione fisica o mentale. Di negativo c'è il fatto che quando la palla orbita nei pressi dell'area di rigore si nota una certa apprensione ed impaccio da parte della difesa nel gestire la situazione. Ad ogni modo stiamo parlando sempre di una difesa che, a parte la debacle della prima giornata, nelle ultime 2 partite non ha subito goal e nel calcio che conta sono i risultati.

AS Velinia batte Il Poggio San Lorenzo per 3 a 0

Vittoria importantissima per 3 a 0 del Velinia sul campo amico contro un Poggio San Lorenzo che, nonostante il primato in classifica, si e' rivelato ben poca cosa. Dopo un primo tempo di calma piatta ( a parte i goals di Graziani nei primi minuti e su autogoal rocambolesco sul finire del primo tempo) il Velinia è venuto fuori nel secondo tempo mostrando di poter amministrare in tutta tranquillità il doppio vantaggio e legittimando di fatto il risultato, fissato sul 3 a 0 da Rosati che appoggia in rete un ottimo traversone di De Santis. Migliori in campo De Sanctis e Graziani per la vivacità mostrata. Dopo tre giornate si cominciano a delineare le caratteristiche di questo Velinia che fa fatica nel primo tempo ad imporre il proprio gioco e viene fuori alla distanza, senza accusare fino al 90° nessun tipo di flessione fisica o mentale. Di negativo c'è il fatto che quando la palla orbita nei pressi dell'area di rigore si nota una certa apprensione ed impaccio da parte della difesa nel gestire la situazione. Ad ogni modo stiamo parlando sempre di una difesa che, a parte la debacle della prima giornata, nelle ultime 2 partite non ha subito goal e nel calcio che conta sono i risultati.


Grande vittoria del Velinia sull’ostico campo di cittaducale, che riscatta l’opaca prestazione della prima giornata. La squadra è subito apparsa vogliosa e grintosa, tanto da mettere sotto l’avversario e la manifesta superiorità si è concretizzata costringendo all’autogol la formazione avversaria. Dopo il gol partita la squadra di cittaducale si è svegliata dal torpore ed ha alzato il proprio baricentro senza comunque rendersi mai eccessivamente pericolosa (se non con un’unica traversa), è stato infatti ancora il Velinia a rendersi veramente pericoloso sia sul finire del primo tempo, che per tutto il secondo, creando molte palle gol.Vittoria pienamente meritata. A questo punto la domanda è d’obbligo: chi è il Velinia,la squadra molle ed impaurita della prima giornata, o la squadra cinica e pronta a lottare per qualcosa d’importante della seconda?

Il Velinia vince 1-0 sul campo della pro calcio Cittaducale

Grande vittoria del Velinia sull’ostico campo di cittaducale, che riscatta l’opaca prestazione della prima giornata. La squadra è subito apparsa vogliosa e grintosa, tanto da mettere sotto l’avversario e la manifesta superiorità si è concretizzata costringendo all’autogol la formazione avversaria. Dopo il gol partita la squadra di cittaducale si è svegliata dal torpore ed ha alzato il proprio baricentro senza comunque rendersi mai eccessivamente pericolosa (se non con un’unica traversa), è stato infatti ancora il Velinia a rendersi veramente pericoloso sia sul finire del primo tempo, che per tutto il secondo, creando molte palle gol.Vittoria pienamente meritata. A questo punto la domanda è d’obbligo: chi è il Velinia,la squadra molle ed impaurita della prima giornata, o la squadra cinica e pronta a lottare per qualcosa d’importante della seconda?


Nella prima di campionato il Velinia esce sconfitto per 3-4 contro il Ginestra. Non basta la tripletta di Alonzi ad attenuare l'amarezza. Sul risultato nulla da eccepire, una sconfitta che fa male per come è maturata, 0-3 sul finire del primo tempo ed un parziale di 1-4 a 10 minuti dalla fine rendono l'idea di come siano andate realmente le cose. Unica nota positiva è non aver mai smesso di credere nel recupero della partita, per il resto buio pesto. C'è ancora molto, ma molto da lavorare e da sperare che il Ginestra sia una forte pretendente alla vittoria finale del campionato.

Velinia sconfitto in casa per 3-4 contro il Ginestra

Nella prima di campionato il Velinia esce sconfitto per 3-4 contro il Ginestra. Non basta la tripletta di Alonzi ad attenuare l'amarezza. Sul risultato nulla da eccepire, una sconfitta che fa male per come è maturata, 0-3 sul finire del primo tempo ed un parziale di 1-4 a 10 minuti dalla fine rendono l'idea di come siano andate realmente le cose. Unica nota positiva è non aver mai smesso di credere nel recupero della partita, per il resto buio pesto. C'è ancora molto, ma molto da lavorare e da sperare che il Ginestra sia una forte pretendente alla vittoria finale del campionato.


Prende il via Domenica ore 15.30 presso il campo sportivo di Antrodoco il campionato di 2° Categoria. La compagine del Velinia allenata dal Mister Sinibaldi si presenta all'appuntamento con tutte le carte in regola per poter recitare un ruolo da protagonista.

Al Via il Campionato di 2° Categoria

Prende il via Domenica ore 15.30 presso il campo sportivo di Antrodoco il campionato di 2° Categoria. La compagine del Velinia allenata dal Mister Sinibaldi si presenta all'appuntamento con tutte le carte in regola per poter recitare un ruolo da protagonista.


Small Basket organizza corsi di mini basket per Bambini e ragazzi nati dal 2000 al 2005.
I corsi si svolgeranno presso la palestra della scuola elementare di Antrodoco.

Corsi di Mini Basket per Bambini

Small Basket organizza corsi di mini basket per Bambini e ragazzi nati dal 2000 al 2005. I corsi si svolgeranno presso la palestra della scuola elementare di Antrodoco.


Convocazione 1° Squadra

Lunedi 5 Settembre ore 18.30 la prima squadra è convocata al campo sportivo per inizio preparazione pre-campionato.


Giornata di inaugurazione ricca di colori e di intense emozioni al Palazzetto dello Sport di Antrodoco dove gli amici di sempre hanno voluto rivolgere un pensiero speciale al caro Roberto.

Al via il Memorial Donarelli

Giornata di inaugurazione ricca di colori e di intense emozioni al Palazzetto dello Sport di Antrodoco dove gli amici di sempre hanno voluto rivolgere un pensiero speciale al caro Roberto.


Scadenza termini iscrizione torneo

alle ore 20.00 di oggi 13 Luglio scadrà il termine per la iscrizione delle squadre al torneo di calcio a 5 "Memorial donarelli"


Dopo un girone di qualificazione brillante l'Antrodoco c5 esce dai quarti di finale della manifestazione nazionale del torneo Uisp che si sta svolgendo a Chianciano battuta piu' dalla stanchezza che dagli avversari. Onore dunque alla squadra che per professionalità e dedizione ha ben figurato nella manifestazione offrendo momenti di bel calcio.

Antrodoco C5 esce dal torneo nazionale

Dopo un girone di qualificazione brillante l'Antrodoco c5 esce dai quarti di finale della manifestazione nazionale del torneo Uisp che si sta svolgendo a Chianciano battuta piu' dalla stanchezza che dagli avversari. Onore dunque alla squadra che per professionalità e dedizione ha ben figurato nella manifestazione offrendo momenti di bel calcio.


L'Antrodoco calcio a 5 perde la finalissima del torneo UISP ai calci di rigore contro un ottimo Mediabet. Agli uomini del presidente Poscente non riesce l'impresa dopo aver rimontato tre goal nel secondo tempo. La lotteria dei calci di rigore è andata ad un Mediabet apparso sin dall'inizio piu' volenteroso e determinato dell'Antrodoco.

Antrodoco calcio a 5 è solo secondo posto

L'Antrodoco calcio a 5 perde la finalissima del torneo UISP ai calci di rigore contro un ottimo Mediabet. Agli uomini del presidente Poscente non riesce l'impresa dopo aver rimontato tre goal nel secondo tempo. La lotteria dei calci di rigore è andata ad un Mediabet apparso sin dall'inizio piu' volenteroso e determinato dell'Antrodoco.


Terza finale consecutiva dell'Antrodoco Calcio a 5 nel torneo Uisp.

Antrodoco Calcio a 5 .. e Tre

Terza finale consecutiva dell'Antrodoco Calcio a 5 nel torneo Uisp.


Antrodoco calcio a 5 accede alle semifinali

Nel torneo UISP l'Antrodoco Calcio a 5 sconfigge la Baxter per 8-2 e accede alle semifinali. Martedi 17 Maggio ore 22.00 tutti al Palamalfatti a tifare Antrodoco.


Bacheca Associazioni

(2015-12-15)Alpini Antrodoco
Auguri di Buon Natale

(2014-12-24)Alpini Antrodoco
Il Gruppo Alpini Antrodoco augura Buon Natale

(2014-11-15)A.C.M.A.
Concerto Santa Cecilia 2014

(2012-08-27)Alpini Antrodoco
Gita sul Monte Giano del 26 Agosto

(2012-05-05)Co. Madonna Grotte
Madonna delle Grotte 2012

(2012-01-19)Co. Sant\'Antonio
Programma Festeggiamenti San Antonio Abate 2012

(2012-01-06)A.C.M.A.
Il 6 alle 6

(2011-11-19)A.C.M.A.
VI Concerto ACMA per Santa Cecilia

(2011-10-01)AS Velinia Calcio
Prima di Campionato Antrodoco-Ginestra

(2011-09-26)Centro Anziani
Nonno per Amico

(2011-09-16)AS Velinia Calcio
Iscrizioni Scuola Calcio 2001/2012

(2011-09-03)Alpini Antrodoco
Una gita sul Monte Giano

(2011-08-30)Co.Val.Co
Lotteria Rocca di Corno

(2011-06-10)Co. Madonna Grotte
Programma festeggiamenti Madonna delle Grotte

Antrodoco a Tavola

Categoria :

Nome Ricetta : Stracci Antrodocani

vai alla ricetta

Vendo/Compro/Affitto